Home Sport I voti del mercato

I voti del mercato

574


Download PDF

palloneSi è concluso ieri alle 23 il calciomercato estivo. Purtroppo il nostro calcio, ormai da anni in crisi economica rispetto alla Premier, alla Liga e alla Bundesliga, non è stato protagonista di veri grandi colpi. La Roma è stata la regina del mercato, seguita da Genoa e Juventus. Deludente la campagna acquisti del Napoli. Ecco i nostri voti:

ROMA 7,5: Dopo la cessione di Benatia al Bayern, Il ds Sabatini si è potuto scatenare sul mercato: Manolas, Mapou Yanga-Mbiwa e Astori non faranno sentire la mancanza del marocchino. L’attacco è stato rinforzato con l’arrivo di Iturbe dal Verona. Con il solidissimo centrocampo che si ritrova, la Roma, regina del calciomercato in Italia, potrà puntare non solo allo scudetto, ma dire la sua anche in Champions.

GENOA 7: Preziosi in questa sessione di mercato ha fatto davvero le cose in grande. Matri, Pinilla e Lastienne, che potrebbe rivelarsi un grande colpo, sono ottime operazioni per l’attacco. Roncaglia è un buon rinforzo per la difesa; Perotti dal Siviglia per circa 300.000  E. potrebbe essere un ottimo affare. Quest’anno il grifoni, con un po’ di fortuna, potrebbero anche ritrovarsi a lottare per l’Europa League.

JUVENTUS 6,5: il cambio dell’allenatore potrebbe addirittura influire positivamente in campionato: se Conte non aveva più stimoli per rimanere a Torino, Allegri ha senza dubbio voglia di ritornare alla vittoria dopo l’esonero dal Milan. Marotta, bravo a sfoltire la rosa (Quagliarella, Vucinič, Osvaldo) ha rinforzato l’attacco con Morata e Coman, ma l’arrivo di Falcao avrebbe accesso i sogni europei.

INTER 6,5: i senatori e protagonisti dell’indimenticabile Triplete Zanetti, Cambiasso e Milito salutano Appiano Gentile, liberando la società da altissimi ingaggi. Riguardo al mercato in entrata, Vidić è un buon colpo in difesa e Dodò potrà garantire velocità sulla destra. Per Osvaldo l’Inter sarà una possibilità di riscatto dopo una stagione opaca.

SASSUOLO 6,5: pochi innesti, ma ben ragionati, per il Sassuolo. Il terzino croato Vrsaljko è un buon colpo, così come il portiere Consigli e Taider. La conferma di Berardi e Zaza rendono positiva la sessione di calciomercato della squadra di Squinzi.

MILAN 6: La partenza di Balotelli per 20 mln ha sbloccato il mercato in entrata dei rossoneri. Torres non è il fenomeno degli anni trascorsi a Liverpool, ma resta un ottimo colpo e può fare la differenza nel nostro campionato. Diego Lopez, Van Ginkel e Bonaventura sono buoni acquisti. Se l’entusiasmo di Inzaghi sortirà il suo effetto, il Milan potrebbe lottare anche per il terzo posto.

ATALANTA 6: la squadra di Colantuono non dovrebbe incontrare troppi problemi a raggiungere la salvezza. La conferma di Denis e l’arrivo di Rolando Bianchi, che vorrà riscattarsi dopo una stagione deludente a Bologna, e di Papu Gomez non faranno rimpiangere Bonaventura. Spinazzola e D’alessandro a centrocampo sono una bella scommessa.

LAZIO 6: dopo essere stato beffato dalla Roma perdendo Astori, il presidente Lotito ha acquistato Basta e l’olandese de Vrij, che ha disputato un buon Mondiale. Parolo è un buon rinforzo per il centrocampo biancoceleste.

SAMPDORIA 6: nonostante la partenza di Mustafi, campione del mondo in Brasile, sufficienza piena per la squadra di Ferrero. Silvestre e Romagnoli in difesa , Marchionni a centrocampo sono validi acquisti. Mihajlovic può gioire per l’ottimo colpo in l’attacco: il forte centravanti Gonzalo Bergessio.

HELLAS VERONA 6: difficile dare un voto al mercato di una squadra per tre quarti rinnovata. Tanti volti nuovi che Mandorlini dovrà saper valorizzare. Le cessioni di Iturbe e Romulo, protagonisti nella scorsa stagione, sono sicuramente una grande perdita. Gli acquisti di Luna e Marquez sembrano sistemare la difesa. Il nostro voto va soprattutto al coraggio di rivoluzionare quasi interamente l’organico: se l’Hellas Verona dovesse ripetere il cammino dell’ultima stagione, salirebbe a 8.

FIORENTINA 5,5: il vero colpo di mercato della Fiorentina dovrebbe in pratica essere Gomez, utilizzato solo parzialmente nella scorsa stagione a causa dell’infortunio. Il recupero di Rossi, invece, sembra lontano. Nonostante la dirigenza sia riuscita a trattenere, per la felicità dei tifosi, Cuadrado, un rinforzo in attacco avrebbe fatto sentire di meno la mancanza di Rossi.

UDINESE 5,5: Stramaccioni ripone la sua fiducia nell’intramontabile Di Natale e in Muriel, che spera di riscattarsi dall’ultima deludente stagione. Thereau dal Chievo potrebbe rivelarsi un ottimo acquisto in attacco. La cessione di Pereyra e di Basta, però, consegnano al nuovo allenatore una squadra sulla carta senza dubbio più debole, a meno che, come Udine ci ha abituato, non spunti dal nulla qualche giovane talento ancora sconosciuto.

NAPOLI 5: Mercato insufficiente: se qualcuno dicesse che non è mai iniziato, non si sbaglierebbe.  I limiti in difesa e in mediana emersi nella scorsa stagione hanno già compromesso la stagione decretando la mancata qualificazione alla Champions. De Laurentiis, così attento al bilancio, si è concentrato soprattutto sul mercato in uscita: Behrami, Pandev, Džemaili, Fernandez, Vargas.

TORINO 5: mercato che non raggiunge la sufficienza, se si pensa che quest’anno i granata dovranno lottare anche sul fronte Europa League. Impossibile per il Torino sostituire Immobile e Cerci. Se Quagliarella può non far rimpiangere troppo Immobile, Amauri, invece, non sembra l’attaccante giusto che possa consentire alla squadra di ripetere lo scorso campionato. Il centrocampo sembra abbastanza solido con Nocerino e Benassi.

CHIEVO VERONA 5: La squadra punta molto su Maxi Lopez, chiamato a sostituire Thereau, su Schelotto e su Meggiorini: i tre, poco brillanti nell’ultima stagione, dovranno riscattarsi. Gamberini darà maggiore solidità alla difesa.

PARMA 5: Le numerose partenze hanno indebolito la rosa, nonostante l’arrivo di un ottimo geometra come Lodi: a Parma sentiranno sicuramente la mancanza di Parolo e di Amauri. La dirigenza si è dimostrata decisamente pigra nel mercato in entrata.

CAGLIARI 5: la cessione di Pinilla, Nené e Astori indeboliscono non poco l’ex squadra di Cellino. La scommessa più grande per la nuova gestione è Zeman, con i suoi rischiosi moduli troppo offensivi.

PALERMO 4,5: ritornato in massima serie, il Palermo dovrà sudare non poco per la permanenza in serie A. Il peso dell’attacco, dopo la cessione di Hernandez, è nelle mani di Belotti, Vazquez e Dybala, buoni calciatori che, però, potrebbero rivelarsi troppi inesperti per garantire gol e continuità alla squadra.

CESENA 4,5: non sarà semplice per Bisoli ottenere la salvezza. Almeno in attacco si attendeva una punta fisicamente forte che potesse garantire maggiore capacità realizzativa al reparto.

EMPOLI 4,5: la neo-promossa Empoli dovrà sudare tantissimo per raggiungere la salvezza. L’organico di serie B sembra è stato in gran parte confermato e i pochi acquisti effettuati sono solo promesse o speranze. Affidarsi solo all’esperienza di Maccarone e Tavano potrebbe non bastare.

 

Carmelo Cutolo

Print Friendly, PDF & Email