Home Sport F1 Italia: Hamilton e Mercedes come il vento a Monza

F1 Italia: Hamilton e Mercedes come il vento a Monza

963
Il podio del GP con Hamilton in mezzo a Rosberg e Massa, acclamatissimo dai fan italiani
Il podio del GP con Hamilton in mezzo a Rosberg e Massa, acclamatissimo dai fan italiani


Download PDF

Hamilton vince e convince, Rosberg sbaglia due volte. Primo podio in Williams per Massa. Bottas e Ricciardo fanno show. Ferrari lontana nelle prestazioni, Alonso ritirato.

Lewis Hamilton “la pantera” è tornato. Dopo lo sfortunato e discusso contatto in Belgio con il compagno Rosberg, Lewis si è concesso a Monza un weekend quasi perfetto. Quasi perché l’errore alla partenza poteva costargli caro, ma la sua determinazione e la sua velocità unite allo strapotere della Mercedes e gli errori del compagno Rosberg lo hanno portato al trionfo. Proprio gli errori di Rosberg però rischiano di divenire un caso, perché anche prima dell’errore decisivo che ha favorito il sorpasso di Hamilton, Nico ha sbagliato la stessa frenata, mostrando forse un po’ di debolezza.
Alle spalle del duo Mercedes, Felipe Massa torna sul podio dopo un inizio stagione molto sfortunato. Il brasiliano ha avuto finalmente un weekend libero da intoppi e, anche spinto dal pubblico italiano, ha disputato una corsa perfetta, battendo il compagno di squadra Bottas che invece ha avuto un pessimo avvio di gara ed ha dovuto mettere in scena una rimonta spettacolare per arrivare al quarto posto.
Quinto e primo “degli altri”, Daniel Ricciardo è stato autore di una rimonta strepitosa dopo una prima parte di gara sottotono anche a causa di una brutta partenza mentre Vettel è stato autore di una gara regolare prima di subire il sorpasso capolavoro da parte del compagno di squadra e accontentarsi del sesto posto finale.
Chiudono la zona punti nell’ordine Perez, Button, Raikkonen e Magnussen con quest’ultimo che ha tagliato il traguardo in settima posizione ma ha subito una penalità di cinque secondi per aver spinto fuori Bottas durante un tentativo di sorpasso, mentre Perez è la seconda gara di fila che batte nettamente il compagno Hulkenberg.
Notte fonda in casa Ferrari con Raikkonen solo nono dopo una gara ed una qualifica incolore mentre Alonso ha subito il primo ritiro stagionale per colpa del motore ko.

Lo scatto di Rosberg alla partenza del GP mentre Hamilton scivola dietro
Lo scatto di Rosberg alla partenza del GP mentre Hamilton scivola dietro

La gara: Rosberg e Magnussen scattano meglio, Hamilton e Bottas indietro.
Allo spegnersi dei semafori Lewis Hamilton ha un’incertezza e perde tre posizioni mentre Rosberg s’invola seguito da Magnussen e Massa. Anche Bottas scatta male e si ritrova addirittura undicesimo al termine del primo giro, seguito da Ricciardo, anche lui autore di una partenza non impeccabile.

Rosberg va lungo e prende la via di fuga mentre Hamilton lo passa e va a vincere
Rosberg va lungo e prende la via di fuga mentre Hamilton lo passa e va a vincere

Hamilton a caccia di Rosberg. Bottas recupero show, Massa è terzo.
La seconda posizione di Magnussen dura solo cinque giri poi Massa ed Hamilton lo passano con il pilota inglese che in seguito si libererà del pilota Williams per andare a riprendere un Rosberg incapace di scappar via come nelle altre gare. Intanto dalle retrovie Bottas comincia la sua rimonta passando in successione Raikkonen, Perez, Alonso, Button, Vettel e Magnussen, aiutato anche dalla supervelocità della sua Williams prima che cominci il valzer dei pit-stop nei quali il primo a fermarsi è Vettel.

Il sorpasso capolavoro di Ricciardo su Vettel, prima finta a destra, quindi lo passa a sinistra
Il sorpasso capolavoro di Ricciardo su Vettel, prima finta a destra, quindi lo passa a sinistra

Rosberg sbaglia, Hamilton ringrazia. Ricciardo da spettacolo.
Dopo le soste ai box nulla cambia in testa ma Hamilton è sempre più vicino a Rosberg che sente la pressione e sbaglia la prima frenata andando lungo, consentendo al compagno di portarsi in testa senza neanche la fatica del sorpasso, il tutto mentre Alonso si ritira per la rottura del motore. Intanto Massa, sempre terzo, bada solo a finire la gara senza errori mentre dietro Bottas deve rimontare di nuovo per la strategia di gara ma quando la sua rimonta verso il quarto posto (di più non può) si sublima, sale in cattedra Ricciardo che dopo essere rientrato ai box quasi per ultimo, comincia a superare come birilli le macchine davanti fino a scalzare dal quinto posto il compagno Vettel con un sorpasso capolavoro con tanto di “finta” a sei giri dal termine.

Hamilton va così a vincere per la seconda volta il GP d’Italia davanti a Rosberg e Massa che riassapora la gioia del podio di Monza dopo il 2010 in Ferrari. Solita invasione di pista da parte del pubblico festante che non ha risparmiato qualche fischio a Rosberg sul podio, dopo i fatti di Spa.
In classifica Rosberg mantiene un cospicuo vantaggio di 22 punti su Hamilton mentre Ricciardo consolita il terzo posto e Bottas strappa il quarto ad Alonso con la Williams sempre più terza nel costruttori davanti alla Ferrari e dietro all’inarrivabile Mercedes e la Red Bull.

Prossimo appuntamento col la F1 fra due settimane a Singapore, su una pista completamente diversa da Monza e sulla quale continuerà il duello fratricida fra Rosberg e Hamilton per la corona Mondiale.

Nunzio Iervolino

ORDINE D’ARRIVO          MONDIALE PILOTI          MONDIALE COSTRUTTORI

Print Friendly, PDF & Email
Nunzio Iervolino

Autore Nunzio Iervolino

Classe '84 da San Giuseppe Vesuviano...innamorato della vita e di tutto ciò che abbia un motore e delle ruote... Le quattro ruote sono sempre state un affare di famiglia e sembra che le mie prime "sgommate" risalgano ai tempi del pancione materno ma di queste non si hanno prova se non la testimonianza della "vittima" (mamma, se non ci fosse bisognerebbe inventarla), mentre la scintilla che ha fatto entrare le due ruote nel mio cuore è stata il vedere una Kawasaki Ninja buttarsi in piega in uno spazio strettissimo sulla Costiera Amalfitana. Da li è stato un continuo inseguimento alle mia passioni, culminato con l'acquisto di un Kart e qualche anno dopo della mia prima moto (dopo aver tirato il collo a quelle di amici). Evidentemente la cosa non deve essere andata giù a qualche automobilista che una sera dello scorso Aprile ha fatto strike mandandomi K.O. senza neanche fermarsi per soccorrermi, Adesso, col cuore infranto e senza motori sfogo la mia rabbia e la mia passione scrivendo qui...abbiate pietà di un povero ex centauro!!!