Home Territorio ‘Dante a Forcella’. Gli studenti riscrivono I canto dell’Inferno

‘Dante a Forcella’. Gli studenti riscrivono I canto dell’Inferno

275
'Dante a Forcella'


Download PDF

Smarrito tra i vicoli oscuri, il Sommo Poeta ritrova la luce guidato dall’angelo Annalisa Durante

Riceviamo e pubblichiamo.

Martedì 14 settembre, nel giorno del 700° anniversario della morte di Dante Alighieri, sarà presentato alle ore 17:30 presso la Biblioteca Annalisa Durante di Napoli il volume ‘Dante a Forcella’, Guida Editori, a cura del Patto Locale per la Lettura ‘Reading Forcella’ in collaborazione con l’Istituto Comprensivo Adelaide Ristori.
Il volume illustra i risultati di una delle tappe del percorso ‘Dante per Tutti’, patrocinato dal Ministero della Cultura – Comitato nazionale per le celebrazioni ‘Dante 2021’, realizzato in partenariato con la Biblioteca Nazionale, la Biblioteca Universitaria, la Biblioteca di Giurisprudenza della Federico II, la Società dei Naturalisti in Napoli e l’associazione Mine Creative.

Ha sottolineato Raffaele De Magistris del partenariato ‘Dante per tutti’:

La collaborazione articolata tra Enti diversi ha consentito in maniera inedita di proporre Dante ad una platea di persone con interessi e background socio-culturali molto variegati, attraverso una pluralità di prospettive ed approcci che hanno decretato il successo del progetto.

Pietra miliare del volume è il ricalco del primo Canto dell’Inferno, elaborato dagli allievi della III C con il supporto dell’associazione Durante, in cui viene descritto un viaggio immaginario di Dante Alighieri nella Forcella di oggi.

Il componimento indica che il Sommo Poeta, messosi alla ricerca delle origini solari di Neapolis, si smarrisce nei vicoli oscuri del quartiere divenendo preda delle belve presentateci da Dante nella Divina Commedia, simboleggianti i pericoli della malavita. A

tirarlo fuori dalle tentazioni del male è l’angelo Annalisa, nel doppio ruolo di Virgilio/Beatrice, che lo aiuterà a ritrovare la strada del bene, portandolo in visita tra le bellezze storiche del quartiere, culminanti nel bivio ad “Y” in cui si dirama il decumano inferiore, simbolo pitagorico del discernimento tra la virtù e il vizio, il bene e il male.

All’evento, ricco di suggestioni e spunti di riflessione, parteciperanno esponenti istituzionali della cultura, dell’università, della scuola e del sociale, tra i quali l’Assessore alla Sicurezza, alla Legalità e all’Immigrazione della Regione Campania Mario Morcone, l’Assessore all’Istruzione, alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli Annamaria Palmieri, il professore di linguistica italiana all’Università Federico II di Napoli Nicola De Blasi, la preside dell’IC Ristori Stefania Colicelli, l’editore Diego Guida e gli umoristi e cultori della napoletanità Gino Rivieccio e Amedeo Colella.

Ha commentato Giuseppe Perna, Presidente dell’associazione Annalisa Durante:

Grazie al sostegno del Piano promozionale culturale 2021 della Regione Campania il volume realizzato entrerà in tutte le scuole della Municipalità, nelle case di Forcella e in un centinaio di biblioteche italiane, al fine di divulgare in tutte le regioni il modo originale con cui il Patto Locale per la lettura ‘Reading Forcella’ è riuscito ad attualizzare e a mantenere vivo il pensiero del Sommo Poeta nei 700 anni dalla sua morte.

Print Friendly, PDF & Email