Home Territorio Campania, allerta meteo arancione: proroga e modifica scenari

Campania, allerta meteo arancione: proroga e modifica scenari

220
Regione Campania - Allerta meteo arancione


Download PDF

Arancione su Costiera Sorrentino-Amalfitana, Monti di Sarno, Monti Picentini e i settori meridionali della Campania, gialla sul resto della regione

Riceviamo e pubblichiamo dall’Ufficio Stampa della Regione Campania.

La Protezione Civile della Regione Campania ha prorogato l’avviso di allerta meteo per piogge e temporali anche forti fino alle 23:59 di domani, venerdì 3 dicembre, con livelli di allerta diversi a seconda delle zone.

È attualmente in vigore fino alle 23:59 di oggi, giovedì 2 dicembre:

– allerta arancione sulle zone 1, 2, 3, 5, Piana Campana, Napoli, Isole, Area Vesuviana; Alto Volturno e Matese; Costiera Sorrentino-Amalfitana, monti di Sarno e monti Picentini; Tusciano e Alto Sele,per precipitazioni anche a carattere di rovescio o temporali anche di forte intensità che potrebbero dare luogo ad un dissesto idrogeologico diffuso anche con instabilità di versante, anche profonda, frane e colate rapide di fango, caduta massi.
Previsti anche venti forti sud-occidentali con raffiche nei temporali. Mare agitato dal pomeriggio di domani con possibili mareggiate;

– Allerta gialla sul resto della Campania dove si prevedono precipitazioni sparse, rovesci e temporali, anche intensi e raffiche di vento nei temporali-

A partire dalle 23:59 di oggi fino alle 23.59 di domani, venerdì 3 dicembre:
– allerta arancione sulle zone 3, 5, 6, 7, 8, Zona 3: Penisola Sorrentino-amalfitana, Monti di Sarno e Monti Picentini; Zona 5: Tusciano e Alto Sele; Zona 6: Piana Sele e Alto Cilento; Zona 7: Tanagro; Zona 8: Basso Cilento, per precipitazioni da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio o isolato temporale, puntualmente di moderata o forte intensità. Venti moderati con possibili raffiche nei temporali.

Un quadro meteo associato ad un rischio Idrogeologico diffuso che potrebbe portare anche ad instabilità di versante, localmente profonda, con frane e colate rapide di fango e caduta massi, oltre che ad allagamenti e innalzamento dei livelli idrometrici dei corsi d’acqua;

– allerta gialla sulla restante parte del territorio dove potranno comunque verificarsi temporali anche intensi associati a raffiche di vento e ad un dissesto idrogeologico localizzato.

Su tutto il territorio permane un forte rischio idrogeologico, anche in assenza di precipitazioni, per effetto della saturazione dei suoli e delle ulteriori precipitazioni attese, che contribuiranno ad aumentare il rischio di frane e smottamenti sui versanti.

Si raccomanda pertanto alle autorità competenti di attivare tutte le misure necessarie a prevenire e contrastare i fenomeni previsti, anche in linea con i rispettivi piani di protezione civile, con particolare riferimento al rischio idrogeologico.

Attenzione va posta su tutto il territorio regionale anche alla corretta tenuta del verde pubblico e delle strutture esposte alle sollecitazioni dei venti.

Sala Operativa e Centro Funzionale proseguono l’attività in H24.
Si raccomanda di prestare la massima attenzione ai successivi avvisi della Protezione Civile.

Print Friendly, PDF & Email