Home Cultura Agorà demA, weekend tra libri e musica dal vivo

Agorà demA, weekend tra libri e musica dal vivo

1046


Download PDF

Ospite il trombonista sudamericano Humberto Amesquita

Riceviamo e pubblichiamo.

Più di un comitato elettorale, l’Agorà demA è un luogo di incontro, di confronto e di socialità che settimana dopo settimana si propone come lo spazio aperto al dialogo, al confronto, alla cultura in tutte le sue forme, alla socialità.
Un progetto che prende forma di giorno in giorno grazie al contributo e alla partecipazione degli associati e di chi ne sostiene le attività. Questo fine settimana, sul palco e nelle sale dell’Agorà sono in programma gli appuntamenti.

Venerdi 8 aprile alle 17.30 per il ciclo “Incontri con l’autore” verrà presentato il libro “Giallo Tufo” di Francesco Escalona, un “giallo territoriale” legato al patrimonio storico, artistico, paesaggistico, culturale, archeologico dell’Area Metropolitana di Napoli dei Campi Flegrei.
Con lo scrittore intervengono: Natascia Festa, giornalista, Cinzia Del Maso, archeoblogger e Carmine Maturo, portavoce Green Italia Campania.

La serata continua all’insegna del grande jazz. Alle 21 il palco dell’Agorà ospiterà l’esibizione del Humberto Amesquita Quintet feat Alessandro Florio.
Un quintetto d’eccezione formato da cinque giovani musicisti con percorsi professionali internazionali che incrociano le proprie strade e i propri progetti da solisti per dare vita ad una serata di grande jazz, proponendo standard della tradizione jazzistica internazionale e brani originali.

Di origine peruviana, Amesquita ha studiato al Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano e ha partecipato ad alcuni jazz festival nel mondo, dal Lima jazz festival al Teano jazz festival, passando per il Break in jazz e il Montreux jazz festival.
Ha ottenuto diversi riconoscimenti, come il Premio “Massimo Molinero” nell’ambito dell’Avignana jazz festival nel 2008 e il Premio “Giovane in jazz 2010”, organizzato dall’associazione “Jazz Lighthouse”, in collaborazione col Comune e la Provincia di Genova. Nel 2013 viene segnalato tra i 10 trombonisti stranieri più popolari secondo i lettori della rivista italiana JAZZIT.
Durante la serata, il celebre trombonista sudamericano sarà accompagnato da Alessandro Florio alla chitarra e da una rhythm section energica e swingante guidata da Alessio Busanca al pianoforte.

Sabato 9 aprile dalle 10 alle 13 i bambini si incontreranno per i Laboratori d’arte a cura di Esperimento 20 di Giovanna Meyer, in un percorso che li porterà a realizzare un’opera d’arte per la loro città.

Alle 10.30 le sale dell’Agorà ospiteranno la lezione di Giancarlo Costabile, docente dell’Università della Calabria e promotore dell’unico corso di Pedagogia della R-esistenza attivo in Italia.

Alle 21 sarà invece il turno delle sonorità rock dance dei The AB, la band di Bagnoli formata da Bruno Arienzo (voce, chitarra e composizione) e Andrea Tammaro (chitarra e percussioni).
I due musicisti napoletani, il cui singolo di esordio “You can be love” venne scelto nel settembre 2015 per due mesi di programmazione nella rete campana delle metropolitane, presenteranno sul palco dell’Agorà il loro mini-disco in presa diretta.

Domenica 10 aprile alle 21 sul palco dell’Agorà saliranno gli Aldolà Chivalà. Il gruppo, composto da Mauro Romano, Aldo Laurenza e Valerio Vittorioso, si esibirà in un concerto di musica elettronica e slam improvvisati. In un incontro tra parole recitate e sample con la forma classica della canzone, le liriche degli Aldolà giocano con la sonorità naturale delle parole del dialetto napoletano.

alessandro-florio

Print Friendly, PDF & Email