Home Territorio Estero Yemen: fermata cellula terroristica legata agli Houthi a Marib

Yemen: fermata cellula terroristica legata agli Houthi a Marib

289


Download PDF

Commetteva omicidi e attentati in città

I servizi di sicurezza yemeniti hanno presentato informazioni e dettagli sull’operazione che ha portato alla scoperta di una cellula guidata da Muhsin Sabian, uomo fedele ai ribelli filo-iraniani Houthi, attiva a Marib, ad est della capitale Sana’a, controllata dal Governo legittimo dello Yemen.

La cellula era guidata da un ribelle Houthi, ucciso insieme ad altri sette suoi compagni alla fine dello scorso giugno, in un’operazione di sicurezza dell’esercito con il sostegno delle tribù degli Ubaida, nella zona del Wadi Ma’rib.

I Ministeri della difesa e degli interni hanno spiegato in una conferenza stampa congiunta ieri nella città di Marib che Sabian dirigeva una cellula Houthi coinvolta nel commettere crimini contro la sicurezza dello stato, omicidi e saccheggi, per conto del gruppo ribelle.

Il direttore della sicurezza del governatorato di Marib, il brigadiere Yahya Hamid, ha mostrato in dettaglio le attività di Sabian negli ultimi mesi e anni fornendo prove sulla pericolosità della cellula scoperta all’interno della città yemenita.

Fonte: https://www.alarabiya.net/ar/arab-and-world/yemen/2020/07/07/%D8%B4%D8%A7%D9%87%D8%AF-%D8%AA%D9%81%D8%A7%D8%B5%D9%8A%D9%84-%D8%B6%D8%A8%D8%B7-%D8%AE%D9%84%D9%8A%D8%A9-%D8%A7%D8%B1%D9%87%D8%A7%D8%A8%D9%8A%D8%A9-%D8%AA%D8%B1%D8%AA%D8%A8%D8%B7-%D8%A8%D8%A7%D9%84%D8%AD%D9%88%D8%AB%D9%8A%D9%8A%D9%86-%D9%81%D9%8A-%D9%85%D8%A3%D8%B1%D8%A8.html

Print Friendly, PDF & Email
Redazione Arabia Felix

Autore Redazione Arabia Felix

Arabia Felix raccoglie le notizie di rilievo e di carattere politico e istituzionale e di sicurezza provenienti dal mondo arabo e dal Medio Oriente in generale, partendo dal Marocco arrivando ai Paesi del Golfo, con particolare riferimento alla regione della penisola arabica, che una volta veniva chiamata dai romani Arabia Felix e che oggi, invece, è teatro di guerra. La fonte delle notizie sono i media locali in lingua araba per dire quello che i media italiani non dicono.