Home Politica SEED EUROMED: sviluppo nell’Euro-Med

SEED EUROMED: sviluppo nell’Euro-Med

897


Download PDF

SEED EUROMED, Social Entrepreneur Exchange and Development in the Euro-Med region, è il nuovo progetto europeo di cooperazione iniziato a marzo 2014, la cui finalità precipua è realizzare scambi di esperienze tra imprese sociali delle due sponde del Mediterraneo e tra gli stessi Paesi vicini del Sud. Il progetto SEED EUROMED, della durata di due anni e mezzo, è cofinanziato della Commissione europea per un importo di € 277.000,00 su un budget complessivo di 300.000,00, grazie alla nuova ‘Euro-Mediterranean Initiative for Youth Employment Promotion’ di EuropeAid. In qualità di progetto pilota, SEED EUROMED coinvolge Gran Bretagna, Francia, Tunisia, Algeria e Marocco.

Luisa De Amicis, a capo del progetto in uno dei consorzi partner partecipanti, Euclid Network, spiega: “Il progetto si rifà al progetto Erasmus per giovani imprenditori, con l’idea di replicarlo con i Paesi partner del Sud del Mediterraneo considerando le specificità locali. SEED EUROMED si pone due obiettivi: diffondere conoscenze e rafforzare i legami fra le due sponde, rafforzare l’impresa e diminuire la disoccupazione da un lato, cercare di ridurre al minimo gli ostacoli alla creazione di impresa nei Paesi target”.

SEED EUROMED è rivolto alle imprese “sociali”, quelle cioè che non guardano esclusivamente agli utili, ma intendono apportare benefici concreti alla collettività, realizzando una migliore integrazione sociale e coinvolgendo anche le minoranze della popolazione in un’attività economica o dando lavoro agli emarginati che vivono in contesti difficili. Alla fase iniziale di pubblicità del progetto SEED EUROMED tramite i partner locali, deve seguire ora il contatto diretto tra imprenditori, in modo che possano imparare gli uni dagli altri e creare nuove partnership fra le due sponde del Mediterraneo. “Abbiamo previsto 54 scambi, quindi oltre 100 imprenditori verranno coinvolti” afferma ancora la responsabile di Euclid Network. “In questo modo – aggiunge – diamo l’opportunità ai partecipanti di conoscere e stare fianco a fianco, per un periodo da uno a tre mesi, con un altro imprenditore che ha una maggiore esperienza nello stesso tipo di attività”. L’obiettivo ultimo è la nascita di nuove aziende a partire dallo sviluppo di un ‘business plan’ e di contatti in uno Stato estero, magari trovando partner commerciali nel lungo periodo, nell’ottica di uno sviluppo sostenibile.

Print Friendly, PDF & Email

Autore Lorenza Iuliano

Lorenza Iuliano, vicedirettore ExPartibus, giornalista pubblicista, linguista, politologa, web master, esperta di comunicazione e SEO.