Home Cultura ‘OffScena’, IV anno della rassegna teatrale

‘OffScena’, IV anno della rassegna teatrale

779


Download PDF

Ad Angri dal 28 maggio

Riceviamo e pubblichiamo.

Dal 28 maggio ad Angri (SA) avrà luogo la quarta edizione della prima parte della rassegna teatrale‘ OffScena ospitata dall’associazione ‘L’Officina delle Idee’, Corso Italia 18, Angri (SA), ed organizzata da ‘Sub Eventi Pompei’, per la direzione artistica di Adelaide Oliano.

La rassegna, che si presenta al pubblico in un primo step con sei spettacoli, intende rappresentare una valida proposta alternativa alle grandi produzioni ospitate dal teatro cosiddetto ufficiale.

Si comincia sabato 28 maggio ore 21 con lo spettacolo “Un finto reale”, scritto,diretto ed interpretato da Jury Monaco. “Un finto reale”, ovvero le buffe avventure di re nasone. Il re più longevo e strampalato della storia di Napoli.

Giovedì 2 giugno ore 21 è la volta di “Pacchiello, venditore ambulante di taralli caldi caldi e di guai neri neri”, diretto ed interpretato da Roberto Capasso su testo di Pasquale Ferro, una monologo che racconta la deriva di un uomo che ha vissuto all’insegna della violenza e della sopraffazione.

Mercoledì 8 giugno alle 21 con “Piccoli crimini coniugali”, di Éric-Emmanuel Schmitt con Antonio D’Avino e Gioia Miale per la regia Antonio D’Avino; un brillante noir in cui non mancano affatto colpi di scena mai banali e in cui concetti come realtà, falsità e violenza prendono accezioni diverse.

Domenica 12 giugno ore 21 in scena “Tingel contro Tangel” con Donatella Faraone Mennella e Luigi Cesarano diretto da Libero De Martino; omaggio a Karl Valentin.

Domenica 19 giugno ore 21 è la volta dello straordinario “Tre magnifici scapoli” con Sara Missaglia, Shanti Tammaro, Serena Pisa, Carlo Liccardo, Paolo Gentile, Francesco Saverio Esposito, definito dal regista Giovanni Merano “parodia di un amore ormai perso” vincitore del vincitori alla Corte della Formica 2013 al Teatro Bellini di Napoli.

Infine venerdì 24 giugno ore 21 “Francischiello – Un Amleto re di Napoli”, scritto, diretto ed interpretato da Carmine Borrino uno studio che parte dall’approfondita ricerca sulla figura di Francesco II di Borbone e approda alla sovrapposizione “spettrale” con il giovane principe di Danimarca.

Ricordiamo che, dopo questo primo gruppo di spettacoli, a settembre sarà in scena la seconda parte del cartellone con altri interessanti appuntamenti, tra cui Malammo, scritto da Valerio Bruner, con Chiara Vitiello del Teatro di Contrabbando di Fuorigrotta, ancora uno studio su Pirandello ne “I fiori del kaos” con Rodolfo Medina e Vincenzo Liguori, “Jonoj” con Adelaide Oliano e Roberto Ingenito intorno alla drammaturgia di Eugene Jonesco e “Cainabele” con Salvatore Mazza.

Info e prenotazioni Adelaide Oliano 3288775898 www.facebook.com/offScena/

off-scena

Print Friendly, PDF & Email