Home Territorio ‘L’arte per Vidas’, 49 artisti generosi alla battuta solidale

‘L’arte per Vidas’, 49 artisti generosi alla battuta solidale

567
Pomodoro


Download PDF

Il 29 maggio alla Sala Assemblee UBI di Milano

Riceviamo e pubblichiamo.

Un debutto di successo non può che indurre a ripetere l’esperienza. Successo annunciato per l’asta ‘L’arte per Vidas‘, organizzata in collaborazione con Sotheby’s e promossa da un comitato scientifico che, oltre ai due presidenti Vidas, Ferruccio de Bortoli e Mario Usellini, annovera Aldo Colonetti, Gabriele Mazzotta, Luigi Sansone e Vittorio Sgarbi, in programma mercoledì 29 maggio, ore 18:30, presso la Sala Assemblee UBI in via Fratelli Gabba 1, Milano.
Per la seconda edizione saranno messe in vendita 52 opere per un totale di 49 artisti appartenenti al panorama artistico contemporaneo, molti dei quali già presenti nel 2018.

Le opere raccolte attraversano un arco cronologico che va dal 1936, con un’opera di Cesare Andreoni, firmatario nel 1929 del Manifesto dell’Aeropittura Futurista, ed esponente di spicco del secondo futurismo, al 2019. Svariate le opere pittoriche e scultoree dalla metà degli anni sessanta fino ai giorni nostri.

Tra gli artisti maggiormente noti possiamo annoverare:
Arnaldo Pomodoro, Emilio Isgrò, Piero Gilardi, Valentino Vago, Agostino Bonalumi, Pino Pinelli, Dadamaino, Walter Valentini, Enrico Baj, Gianni Colombo, Gillo Dorfles, Angelo Savelli, Gianni Dova, Emilio Tadini, Cesare Andreoni.

L’opera di Amalia del Ponte, invenduta, viene riproposta.

Tra le personalità presenti quest’anno possiamo citare artisti poliedrici:
Tony Dallara, non solo cantante e vincitore del primo Sanremo ma, prima ancora che di esordire come cantante, pittore spazialista; Gianluigi Colin, per anni Art Director del Corriere della Sera; Paolo Manazza critico d’arte e direttore della rivista Artslife; Roberto Miniati, artista romano, presente, per il terzo anno consecutivo, alla Biennale di Venezia, che ha donato un’opera incentrata sulla compenetrazione dei valori cromatici; Francesca Matarazzo, con le sue intense e materiche poesie visive, la cui opera è stata la più quotata, insieme alla mela in bronzo di Alik Cavaliere, lo scorso anno, €5.000,00; Andrea Bianconi, pittore, scultore, performer, che vive e lavora tra Vicenza e New York, presente anche quest’ anno con un suo bel disegno a inchiostro.

Artisti e collezionisti hanno donato, con grande generosità, le loro opere a sostegno di Casa Sollievo Bimbi, primo hospice pediatrico della Lombardia, dove verranno assistiti bambini e ragazzi con malattie inguaribili insieme alle loro famiglie.

L’asta sarà battuta da Raphaelle Blanga di Sotheby’s.

Esposizione:
28 maggio ore 16:00 – 18:00
29 maggio ore 10:00 – 18:00

Print Friendly, PDF & Email