Home Lombardia Regione Lombardia Interpellanze e interrogazioni seduta Consiglio Lombardia 5 luglio 2022

Interpellanze e interrogazioni seduta Consiglio Lombardia 5 luglio 2022

260
Consiglio regionale della Lombardia


Download PDF

Question time: sanità territoriale, accreditamento strutture private, case popolari tra gli argomenti trattati

Riceviamo e pubblichiamo dall’Ufficio Stampa del Consiglio regionale della Lombardia.

Nella seduta odierna il Consiglio regionale della Lombardia, presieduto da Alessandro Fermi, Lega, ha tenuto il Question time.
Organizzazione territoriale della sanità, riqualificazione del patrimonio abitativo pubblico e sociale, emittenza radiotelevisiva locale gli argomenti trattati. Di seguito una sintesi degli interventi.

Case di comunità e organizzazione della sanità territoriale

La realizzazione delle Case di comunità, degli Ospedali di comunità e delle Centrali operative territoriali sono state al centro di tre distinti question time, rispettivamente a firma di Elisabetta Strada, Lombardia civici europeisti, Gian Antonio Girelli, PD, e Consolato Mammì, M5S.

La Vice Presidente e Assessore al Welfare, Letizia Moratti, ha confermato la realizzazione entro il 2024 di 216 Case di Comunità, di 71 Ospedali di Comunità e di 104 COT, a fronte indicazioni contenute nel PNRR per rispettivamente 187 Case di comunità, 60 Ospedali di comunità e di 101 COT.

Per quanto riguarda pii l’impiego dei medici di medicina generale, la Vice Presidente ha dichiarato in che è in fase di definizione di un accordo integrativo e l’afferimento di Unità complesse di cure primarie presso le Case di comunità, mentre è in fase di approvazione definitiva da parte della Giunta il Piano di Organizzazione Aziendale Strategico, documento fondamentale con il quale viene definita e aggiornata la struttura organizzativa delle ASST.

Situazione contrattuale personale sanitario presso le strutture IRCCS San Giuseppe di Milano e Multimedica di Sesto San Giovanni

Il tema è stato sollevato da Michele Usuelli, +Europa-Radicali, sulla scia di un’audizione svolta in Commissione Sanità, su richiesta dalla Consigliera Elisabetta Strada, in seguito agli scioperi organizzati dai sindacati per protestare contro la scelta delle Direzione dei due Istituti di applicare al personale il contratto previsto per le Case di cura private.

Secondo Usuelli il ricorso a contratti non stabili nelle strutture citate sarebbe la punta dell’iceberg di una sanità sempre meno regolarizzata. Nella sua risposta la Vice Presidente e Assessore al Welfare, Letizia Moratti, ha rassicurato che, secondo i dati delle autocertificazioni prodotti dalle due strutture, non ci sarebbero violazioni alle regole per l’accreditamento.

Fondi rigenerazione urbana ALER Milano

La Consigliera Carmela Rozza, PD, nel question time di cui è prima firmataria si è soffermata sui fondi da destinare alla rigenerazione urbana dei quartieri ALER di Milano. L’Assessore alla Casa e Housing Sociale Alessandro Mattinzoli, Forza Italia, ha illustrato nel dettaglio la ripartizione dei fondi previsti per la ristrutturazione dei complessi ALER di Via Bolla, Quartiere Mazzini, Gratosoglio e Gola per un totale di oltre 100 milioni di euro.

Fondi emittenti radio televisive locali

Il capogruppo del PD Fabio Pizzul ha chiesto notizie dei fondi previsti dalla legge regionale 8/2018 a sostegno delle emittenti radiotelevisive locali che risultano cancellati per il triennio 2022-2024. La Giunta, per bocca del Sottosegretario Fabrizio Turba, Lega, ha precisato che è in corso uno studio commissionato a Polis per ridefinire il mercato dell’emittenza locale alla luce della transizione al digitale e che a seguito delle risultanze dello studio verrà deciso come finanziare il settore.

Nel frattempo, è stato pubblicato un bando regionale per l’acquisto di spazi di informazione istituzionale da parte di Regione Lombardia, bando al quale hanno risposto 44 emittenti televisive e testate online.

Il Consiglio regionale nel frattempo aveva già provveduto la scorsa seduta a finanziare tale legge utilizzando l’avanzo di amministrazione del 2021.

Torrente Arno in provincia di Varese

‘SOS per il torrente Arnetta’, o Arno, è il contenuto del documento presentato da Roberto Cenci, M5S, in cui si chiedeva l’applicazione del metodo usato per riqualificare le acque del Lago di Varese, tornate ad essere balneabili dopo 4 anni, al piccolo fiume altamente deteriorato, che scorre attraverso la Provincia di Varese e che si disperde nei pressi di Castano Primo.

Nella sua risposta l’Assessore regionale al Territorio Pietro Foroni ha dichiarato che il corpo idrico in questione fa parte della rete di monitoraggio di ARPA Lombardia e che un miglioramento potrebbe arrivare dal potenziamento del depuratore di Sant’Antonino Ticino.

L’Assessore Foroni ha risposto anche a Matteo Piloni, PD, che in un’interpellanza chiedeva notizie riguardo gli idrobond lanciati da Finlombarda anni fa, come forma di finanziamento dei consorzi idrici. L’Assessore ha dichiarato che gli stessi consorzi si sono dichiarati non più interessati ad usufruire della misura a causa delle mutate condizioni dei mercati finanziari.

Massimo De Rosa, M5S, ha chiesto infine se sia ancora garantita l’unitarietà dell’azione della Giunta alla luce delle notizie di stampa relative a divisioni in atto nella maggioranza.

Il Sottosegretario Fabrizio Turba, Lega, ha replicato assicurando che il Presidente Fontana

è e sarà in futuro il garante dell’unità della maggioranza.

All’inizio della seduta odierna è intervenuto il Presidente della Giunta Regionale Attilio Fontana per una comunicazione urgente in merito alla grave emergenza idrica che ha colpito la Lombardia, illustrando i provvedimenti presi dalla Giunta per fronteggiarla.

Print Friendly, PDF & Email