Home Cultura ‘Influenze balcaniche’ con Daniele Sepe al Teatro Bolivar

‘Influenze balcaniche’ con Daniele Sepe al Teatro Bolivar

1724


Download PDF

L’esibizione il 1 aprile

Riceviamo e pubblichiamo dall’Ufficio Stampa di Hermes Comunicazione.

Venerdì 1 aprile, ore 21:00, presso il TeatroBolivar, Via Bartolomeo Caracciolo, 30, Napoli, Influenze balcaniche, Special guest Daniele Sepe, nell’ambito di ‘Le insolite note’ – Rassegna di teatro e musica, direzione artistica di M’Barka Ben Taleb

Un live in cui il linguaggio Zigano della Fisarmonica, si fonde con le melodie jazz del sax ed i suoni Mediterranei dei tamburi a cornice, la chitarra Manouche accompagna i melismi di un canto ricco di contaminazioni, i tempi dispari si alternano a rumbe zigane e ritmi in levare.

Un’esibizione che vede il suo fulcro nella contaminazione: da un lato, il sodalizio di retaggi e patrimoni artistico-culturali diversi eppure capaci di fondersi; dall’altro, l’intento di un’integrazione a 360 gradi che prova a combattere ogni forma di discriminazione nei confronti dei Rom proprio attraverso la diffusione della loro musica.

Da ciò una miscela di suoni e ritmiche originali, suggestive e trascinanti: sonorità tipiche dell’Italia Meridionale, repertorio balcanico e quello rom. L’impareggiabile sound del sax di Daniele Sepe e del suo ‘jazz etnico’ si sposa con cadenze e melodie della tradizione popolare dell’Europa dell’Est.
È un concerto per chi non vive nella paura, per chi ha voglia di ballare nelle piazze, per chi vuole sudare, ridere e amare tutta la notte.

Gli ‘o Rom nascono nel 2008 dall’incontro tra musicisti napoletani con diverse esperienze nella world music e musicisti di strada rumeni. Nasce così il primo e più longevo esperimento di fusione tra musiche tradizionali dell’Italia Meridionale, musiche balcaniche e di tradizione rom, un vero e proprio progetto di integrazione che prova ad attirare l’attenzione sul tema della discriminazione e dei pregiudizi. Ne viene fuori una miscela di sonorità originale, suggestiva ed esplosiva!
Nel 2012 gli ‘o Rom hanno pubblicato il loro primo lavoro discografico, “Vacanze Romanes” (Terre in Moto), che è un vero e proprio live in studio, senza soluzioni di continuità tra un brano e l’altro, per restituire all’ascoltatore la freschezza e la visceralità delle inconfondibili performance dei sei. Un’avventura tra Campania, Est europeo e Mediterraneo: 11 pezzi vorticosi e raffinati, con reminiscenze swing, gipsy e manouche.

Formazione Carmine D’Aniello. Voce e chitarre Carmine Guarracino. Chitarre Costel Lautaru. Fisarmonica Emidio Ausiello. Percussioni Michele Maione, Roberto Caccavale.
Guest Daniele Sepe. Sax Carmen Famiglietti. Danze gipsy.

Biglietto unico €10,00

Print Friendly, PDF & Email