Home Politica Assalto Mediaset: tentata scalata su Rai Way

Assalto Mediaset: tentata scalata su Rai Way

1029


Download PDF

towers-120622171104_medium

 

 

Mercoledì la Mediaset, gruppo televisivo della famiglia Berlusconi, ha lanciato un’offerta pubblica di acquisto e scambio con l’obbiettivo di impossessarsi delle torri di trasmissione Rai Way e di  creare un unico polo nazionale delle infrastrutture di trasmissione televisiva e non solo.

L’offerta è stata presentata da Ei Tower, gruppo controllato da Mediaset e riguarda  le 2.300 antenne di proprietà Rai posizionate capillarmente su tutto il territorio nazionale; offerta che potrebbe portare a 5.600 le postazioni Mediaset , aprendo di fatto alla società di Berlusconi e famiglia le porte dei mercati della telefonia mobile e della navigazione internet ad alta velocità. Se Viale Mazzini e quindi la Rai dovessero accettare l’offerta, la Mediaset diventerebbe socio di maggioranza dello Stato; di fatto la Rai è di proprietà dello Stato italiano visto che il suo principale ed unico azionista è il Ministero dell’Economia e delle Finanze, il quale controlla il 99,56% dell’azienda ed il restante 0,44% è controllato dalla SIAE.

In questa partita non bisogna dimenticare il ruolo svolto da Telecom, societàimages già cliente di entrambe le società ed anch’essa proprietaria di un’infrastruttura di telefonia fissa: Ei Towers ha infatti espresso la volontà, guardando al futuro, di aprire sempre di più le proprie infrastrutture alle telecomunicazioni: in altre parole la volontà è quella di combinare un matrimonio con Telecom per poter controllare o comunque entrare nel mondo della telefonia.

Il governo ed in particolare Renzi ed il Ministro dell’Economia Padoan, hanno repentinamente scongiurato qualsiasi tipo di pericolo e smentito qualsiasi possibilità di accettare o anche solo di poter prendere in considerazione l’offerta di Ei Towers sottolineando che la Rai non è in vendita. Ma volendo immaginare un cambiamento di rotta nelle posizione del governo lo scenario che si verrebbe a creare sarebbe questo: Ei Towers, quindi la Mediaset o meglio la famiglia Berlusconi diventerebbero i principali proprietari di torri in Italia ,avendo così la possibilità di accentrare nelle loro mani la stragrande maggioranza del sistema di controllo delle tv, della telefonia mobile e fissa e di Internet. Un quasi totale monopolio che si potrebbe raggiungere con un ipotetico accordo con Telecom.

download Tutto questo accade pochi giorni dopo un’altra importante  notizia arrivata dal mondo dell’economia: l’offerta che la  Mondadori, anche’essa controllata dalla famiglia Berlusconi,  ha fatto alla Rcs diventando in questo modo il primo  editore di libri del Paese. A questo punto sorge spontanea  qualche domanda: nessuno vede in tutto ciò un barlume di  conflitto di interessi? E di fronte a tutto questo dov’è Anti Trust, la quale dovrebbe vigilare ed impedire i processi di monopolizzazione, garantendo la possibilità di  libera concorrenza e tutelare la libertà d’acquisto ed in questo caso anche la libertà di scelta del cittadino?

Print Friendly, PDF & Email

Autore Monica De Lucia

Monica De Lucia, giornalista pubblicista, laureata in Scienze filosofiche presso l'Università "Federico II" di Napoli.