Home Territorio Estero Arabia Saudita: condanna attacco Houthi su Abu Dhabi

Arabia Saudita: condanna attacco Houthi su Abu Dhabi

244
re Salman principe Bin Salman


Download PDF

La condanna durante il Consiglio dei Ministri che si è occupato di alcune relazioni sull’evolversi degli eventi nella regione

Il Governo saudita ha rinnovato la condanna dell’attacco terroristico che ha preso di mira l’aeroporto internazionale di Abu Dhabi e ha affermato il suo pieno sostegno al fianco degli Emirati Arabi Uniti contro tutte le minacce alla sua sicurezza e stabilità.

Ciò è avvenuto durante il Consiglio dei Ministri del 18 gennaio, che si è svolto in videoconferenza, presieduto dal re Salman bin Abdulaziz Al Saud.

Nel corso della riunione è stata ribadita anche la continuazione dell’Arabia Saudita nel guidare la Coalizione per sostenere la legittimità nello Yemen in modo da affrontare le pratiche della milizia terroristica Houthi e la minaccia che rappresenta per la sicurezza e la pace nella regione e nel mondo.

Il Ministro dell’Informazione, Majid Al-Qasabi, ha affermato, nella sua dichiarazione all’agenzia di stampa saudita, “SPA”, che il Consiglio dei Ministri ha trattato una serie di rapporti sugli sviluppi degli eventi, sull’evoluzione della situazione e il loro corso in vari ambiti, in quanto ha ritenuto che l’Arabia Saudita mantenesse il terzo posto nel mondo a livello di grandi Paesi donatori di aiuti.

È infatti attualmente il maggiore sostenitore dello Yemen, secondo i dati della Piattaforma di monitoraggio finanziario delle Nazioni Unite.

Print Friendly, PDF & Email

Autore Redazione Arabia Felix

Arabia Felix raccoglie le notizie di rilievo e di carattere politico e istituzionale e di sicurezza provenienti dal mondo arabo e dal Medio Oriente in generale, partendo dal Marocco arrivando ai Paesi del Golfo, con particolare riferimento alla regione della penisola arabica, che una volta veniva chiamata dai romani Arabia Felix e che oggi, invece, è teatro di guerra. La fonte delle notizie sono i media locali in lingua araba per dire quello che i media italiani non dicono.