Home Territorio Academy di digital economy al Sud contro la fuga dei cervelli

Academy di digital economy al Sud contro la fuga dei cervelli

452
SpinUp


Download PDF

Antonio Romano, CEO SpinUp: ‘Cerco 40 risorse dai 18 ai 55 anni, motivate ed intraprendenti per un corso di formazione digitale finanziato interamente dalla startup’

Riceviamo e pubblichiamo.

I dati dell’esodo dei giovani dal Sud Italia sono allarmanti. Secondo l’ultimo rapporto SVIMEZ, gli emigrati dal Mezzogiorno d’Italia tra il 2002 e il 2017 sono stati oltre 2 milioni, di cui 132.187 nel solo 2017. Di questi ultimi, “66.557 sono giovani, 50,4%, di cui il 33% laureati”.
Secondo le elaborazioni dello Svimez, entro i prossimi 50 anni il Sud perderà 5 milioni di persone, soprattutto giovani istruiti. Come fermare questo esodo? Puntando ad investire sul capitale umano e sul territorio ed incentivando la crescita formativa e professionale dei giovani meridionali.

Innovare al Sud è possibile, le condizioni sono cambiate e c’è il giusto fermento per cambiare le cose.

Noi creeremo un’academy ad hoc, una scuola di formazione per la digital economy del Meridione con la finalità di formare i futuri ‘abilitatori digitali’ e marketer ed evitare l’esodo.

Parola di Antonio Romano, CEO di SpinUp, agenzia di performance marketing con sede a Napoli che oggi conta 11 dipendenti, risorse radicate nel territorio campano, mentre nel 2017 vedeva protagonista solo il CEO, Antonio Romano ed un collaboratore esterno.

Un corso di formazione digitale gratuito per “hungry and foolish” di qualsiasi età

Entro il 2020 da SpinUp partirà un progetto pilota, un percorso formativo gratuito di 9 – 12 mesi, indirizzato ad aspiranti abilitatori digitali, interamente finanziato dalla startup che, se performante, potrebbe essere replicato con una struttura differente anche per le varie aziende che vogliono partecipare all’output dell’academy.

Antonio Romano è alla ricerca di 40 persone, dai 18 ai 55 anni, amanti del digitale, motivate, intraprendenti, ambiziose, propense alle sfide e desiderose di far crescere le competenze del proprio territorio. Gran parte delle risorse formate verranno poi inserite nel team di SpinUp per partecipare attivamente alla crescita aziendale e allo stesso tempo offrire ai professionisti digitali formati un’opportunità occupazionale nel loro territorio, al Sud, ormai vittima della piaga dilagante della disoccupazione e contribuire alla rinascita e all’innovazione del Mezzogiorno d’Italia.

Ammette il CEO di SpinUp:

Punterò principalmente al carattere e poi alla competenza. Fisseremo dei colloqui per comprendere la struttura caratteriale di partenza dei candidati post diploma o post laurea che hanno la passione per il digitale, una grande ambizione e soprattutto voglia di fare.

Un buon carattere può acquisire competenze velocemente ma una persona competente senza il giusto carattere farà sempre fatica a mostrare il proprio valore.

Il know how che SpinUp fornirà ai giovani aspiranti marketer porterà quella che Antonio definisce

una svolta dirompente nel metodo di formazione e apprendimento, a cominciare dal modo di pensare.

Aggiunge Romano:

Punteremo a infondere nei futuri professionisti digitali il pensiero positivo, il problem solving, il project management ed il metodo di accelerazione per poi concentrarci sull’approccio consulenziale per identificare problemi ed esigenze dell’impresa, mappando il percorso da sviluppare in base allo scenario trovato in quel preciso ambito ed infine forniremo un insieme di case study ed una serie di corsi specifici che aiutino a comprendere le dinamiche dal punto di vista concreto.

Sarà una sfida ambiziosa per dimostrare all’ecosistema delle istituzioni e alle aziende come in circa un anno si possono fornire le competenze strutturali per un ingresso nel mondo del lavoro colpendo le sue opportunità, offrendo agli aspiranti marketer le abilità per restare nel loro territorio, puntando a rilanciare l’occupazione giovanile al Sud.

Ho scelto il Sud per innovare e formare i digital marketer del futuro.

Oggi SpinUp è una delle principali realtà di riferimento nell’ambito della lead generation e tra gli obiettivi per il futuro c’è quello di internalizzare una parte delle 40 risorse formate attraverso il corso di formazione e contribuire ad istruire e trattenere le eccellenze al Sud.

Conclude il CEO di SpinUp:

Ogni azienda ha bisogno di esperti di marketing digitale e spesso le università non forniscono queste competenze, quindi terminati gli studi i nostri giovani sono costretti ad emigrare al Nord o all’estero per apprenderle. Il nostro scopo sarà quello di creare un academy per aspiranti specialisti digitali, una scuola di formazione per fornire metodologia, strumenti e strategie basate sul modello innovativo di SpinUp ai giovani che vogliono diventare professionisti della digital economy.

Il Sud è diventato terreno fertile anche in questo ambito con segnali evidenti già da qualche anno, basta vedere quante multinazionali come Apple stiano investendo nel Meridione.

Print Friendly, PDF & Email