Home Territorio Estero Yemen: Egitto sostiene Arabia Saudita per accordo di Riad

Yemen: Egitto sostiene Arabia Saudita per accordo di Riad

296


Download PDF

Per Il Cairo una soluzione politica è la via migliore per la crisi yemenita

Il Primo Ministro egiziano, Mostafa Madbouly, ha ribadito il sostegno del suo Paese al Regno dell’Arabia Saudita per attuare tutte le disposizioni dell’accordo di Riad, sottolineando che il Cairo ritiene che una soluzione politica sia la via migliore per la crisi yemenita.
A margine della visita del suo omologo yemenita, Maeen Abdul-Malik, a Il Cairo domenica 10 ottobre, il Primo Ministro egiziano ha affermato che il suo Paese rifiuta i tentativi di minare la libertà e la sicurezza della navigazione nel Golfo e nello stretto di Bab al-Mandab, in riferimento alle violazioni degli Houthi.

Ha anche sottolineato l’entusiasmo dell’Egitto nel coordinare gli sforzi dei Paesi che si affacciano sul Mar Rosso e sul Golfo di Aden nel processo di sicurezza della navigazione attraverso lo stretto di Bab al-Mandab.

Quanto alla crisi della petroliera Safer, Madbouly ha rimarcato la gravità delle ripercussioni, evidenziando la mobilitazione degli sforzi per far fronte a questo disastro ambientale.

Secondo l’agenzia di stampa ufficiale yemenita, si è tenuta una sessione di colloqui ufficiali tra Egitto e Yemen, presieduta dai due Primi Ministri, sulle relazioni bilaterali tra i due Paesi in vari campi.

Nel luglio 2019 l’Arabia Saudita ha presentato un meccanismo per accelerare l’attuazione dell’accordo di Riad tra il Governo yemenita e il Consiglio di transizione del sud che prevedeva punti esecutivi, tra cui la continuazione del cessate il fuoco tra il Governo legittimo e il Consiglio di transizione meridionale, in vigore dal 22 giugno 2020.

Print Friendly, PDF & Email

Autore Redazione Arabia Felix

Arabia Felix raccoglie le notizie di rilievo e di carattere politico e istituzionale e di sicurezza provenienti dal mondo arabo e dal Medio Oriente in generale, partendo dal Marocco arrivando ai Paesi del Golfo, con particolare riferimento alla regione della penisola arabica, che una volta veniva chiamata dai romani Arabia Felix e che oggi, invece, è teatro di guerra. La fonte delle notizie sono i media locali in lingua araba per dire quello che i media italiani non dicono.