Home Territorio Valentina Elia con ‘Madrioska’ vince premio ‘Le Cortigiane 2021’

Valentina Elia con ‘Madrioska’ vince premio ‘Le Cortigiane 2021’

726
Cristina Casale, Tiziana Tirrito e Domenico Orsini con Valentina Elia


Download PDF

La premiazione al Nuovo Teatro Sanità di Napoli

Riceviamo e pubblichiamo.

Una serata all’insegna dell’amore per il teatro e tanti temi di attualità relativi all’universo donna sono stati protagonisti ieri, 20 dicembre, in occasione della finale de ‘Le Cortigiane’, concorso di corti teatrali al femminile organizzato da La Corte dei SognaTtori, compagnia teatrale composta da Tiziana Tirrito ideatrice e direttore artistico, Domenico Orsini, Barbara Risi, Cristina Casale e Vincenzo Borrelli.

L’evento giunto alla IV edizione si è svolto al Nuovo Teatro Sanità, in via San Vincenzo 1, Napoli, e vissuto come occasione per onorare il teatro, nonché come soffio di ottimismo per quanti vivono e apprezzano il palcoscenico sia come protagonisti che come pubblico.

Motivo principe del concorso è stato dare occasione ai cinque finalisti di mettersi in scena giungendo alla proclamazione del vincitore ‘Le Cortigiane 2021’ con il premio SHIT by Chreo, manufatto artistico realizzato dall’orafa Daniela Montella, ormai divenuto un talismano per attori, assegnato a Valentina Elia con il lavoro ‘Madrioska’, la compagnia Il gruppo Madrioska di Caserta, per la regia di Marcello Manzella e testo di Orlando Napolitano, a cui è stato assegnato anche il premio dalla Giuria Tecnica, come autore miglior testo, con l’opera di arte grafica realizzata da Daniela Montella.

Assegnati anche due premi speciali: uno ottenuto con i ‘like’ su YouTube che è andato al lavoro ‘Venerdì di Quaresima’ della compagnia Barattoli Cosmici di Piano Di Sorrento (NA), di Luigi Parlato e Rossella Castellano, con Luigi Parlato, Fabiana Maresca, Caterina Esposito, Conny De Maria, Alessandra Ianieri, Chiara Scala, Annalisa Ianieri, regia di Rossella Castellano.

Ed un premio dal pubblico in sala, che ha votato al termine delle pièce e proclamato vincitore il lavoro ‘Donna Giovanna’ di Daniela Cicchetta della compagnia di Roma – con Margherita Tiesi, Valerio Di Benedetto, Feisal Bonciani, Sandro Bonvissuto, Daniela Cicchetta, regia di Daniela Cicchetta. Ma va detto in ogni caso che tutti in finale sono stati vincitori per essere giunti fin qui, perciò, anche ‘Due mani ch’è una donna‘, della compagnia Il Duende di Alberobello (BA), di e con Deianira Dragone, e il lavoro ‘Donna Assunta‘ della compagnia Noi Due di Napoli, di e con Monica Varriale e Paolo Battimiello, per la regia di Monica Varriale.

Ospiti della serata con virtuosismi musicali spaziando dalla musica napoletana a quella siciliana Giulio Fazio alla fisarmonica e la voce soave e grintosa di Myriam Lattanzio, mentre l’hashtag #teatriAMO, per questa edizione ‘Le Cortigiane’ è stato scelto nell’ottica di resilienza e amore per il teatro da vivere sempre di più in spazi culturali che possano coinvolgere ed appassionare un pubblico folto e motivato, come è anche la linea delle istituzioni che hanno dato il patrocinio all’evento, Regione Campania, Comune di Napoli e Comune di Torre Annunziata (NA), dove si replicherà la serata finale in data a breve comunicata, ed ancora sarà comunicato il titolo di una delle pièce scelta dalla direzione ‘I Corti della Formica’, per entrare di diritto nella prossima edizione.

Non da meno per giungere alla finale è stato il lavoro organizzativo de La Corte dei SognaTtori e della giuria tecnica di qualità, fiore all’occhiello della manifestazione, perché di addetti ai lavori ed esperti del settore, ovvero gli attori Massimo Andrei, Teresa Del Vecchio, Gianni Ferreri, Ernesto Mahieux e Sergio Sivori; Stefano Sarcinelli, attore, drammaturgo e autore RAI; la regista Gisella Gobbi; la produttrice teatrale Laura Tibaldi De Filippo de “I Due della Città del Sole”; le casting director Marita D’Elia, Adele Gallo; il maestro Domenico Virgili; Nina Monaco, soprano, maestro del coro e regista di opere liriche; il giornalista Gianmarco Cesario, ideatore e direttore artistico de ‘I Corti della Formica’; lo scrittore Pino Imperatore; e La Corte dei SognatTori.

Print Friendly, PDF & Email