Reggia di Caserta e TCI: 1 anno di apertura a pubblico Teatro...

Reggia di Caserta e TCI: 1 anno di apertura a pubblico Teatro di Corte

1124
Teatro di corte, Reggia di Caserta


Download PDF

Lo splendido teatrino settecentesco è visitabile ogni weekend

Riceviamo e pubblichiamo dall’Ufficio Stampa della Reggia di Caserta.

Il Touring Club Italiano con i suoi Volontari per il Patrimonio Culturale di Il Touring Club Italiano con i suoi Volontari per il Patrimonio Culturale di “Aperti per Voi”, festeggia un anno di apertura ai visitatori del Teatro di Corte della Reggia di Caserta. In particolare, i volontari accolgono i visitatori nello splendido teatrino settecentesco ogni venerdì, sabato e domenica, dalle 10:00 alle 13:00.
Grazie all’accordo tra la Reggia di Caserta e il Touring Club Italiano 35mila visitatori hanno potuto accedere al Teatro di Corte, rafforzando il prestigio della Reggia e il suo posizionamento di sito museale di grande richiamo, con visitatori e incassi in continua crescita.

Afferma Mauro Felicori, Direttore della Reggia di Caserta:

Ringrazio i volontari del Touring Club che sentendosi parte di un impegno comune, condividono con noi la strategia del rilancio e della riqualifica del sito vanvitelliano garantendo l’apertura continuativa del Teatro di Corte e consentendo a tanti appassionati di visitare una delle bellezze più significative del nostro Monumento.

Afferma Franco Iseppi, Presidente del Touring Club Italiano:

Dalla sua fondazione il Touring è sempre stata un’associazione al servizio delle istituzioni.
Siamo un soggetto privato e indipendente che esercita una funzione pubblica: valorizzare come può le ricchezze d’Italia.

In un anno oltre 35mila persone hanno potuto ammirare un sito istituzionale di grande valore, simbolo dell’eccellenza del nostro Paese, come la Reggia di Caserta.

In tutta Italia in 13 anni di Aperti per Voi sono oltre 12 milioni lei persone che hanno potuto visitare beni che altrimenti sarebbero rimasti chiusi.

Quello del Touring è un impegno genuino, improntato sulla completa gratuità e sulla voglia di rendersi utili al Paese. In questa spinta genuina, cresciuta anno dopo anno in modo contagioso, sta la ragione del successo di Aperti per Voi qui a Caserta e in tutta Italia.

Desidero ringraziare i Volontari per l’attenzione, la qualità e la disponibilità con le quali svolgono l’attività di servitore civile delle Istituzioni e dei cittadini.

Operare nella Reggia di Caserta, in contatto con l’illuminatissima Direzione della Reggia, è dimostrare quanto la nostra Associazione è motivata a far sì che questo Paese, attraverso i beni culturali, sia più conosciuto, attrattivo, competitivo e accogliente.

Progettata nel 1752 da Luigi Vanvitelli su mandato di re Carlo, la magnifica Reggia di Caserta fu creata per essere il nucleo della nuova capitale del Regno. Il Teatro di Corte, splendido esempio di architettura teatrale settecentesca, si trova nel lato occidentale della Reggia.

La sua ideazione risale ad una fase successiva a quella della progettazione del Palazzo.
Venne, infatti, progettato dal Vanvitelli solo dopo il 1756 e fu collocato all’interno del Palazzo ad uso esclusivo della corte e dotato di un ingresso riservato che consentiva al re di accedere direttamente al palco reale.

Conclusi i lavori nel 1768, il Teatro di Corte fu inaugurato nel gennaio del 1769 dalla giovane coppia reale, Ferdinando e Maria Carolina, alla presenza di tutta l’aristocrazia napoletana.

 Il Touring Club Italiano con i suoi Volontari per il Patrimonio Culturale di “Aperti per Voi”, festeggia un anno di apertura ai visitatori del Teatro di Corte della Reggia di Caserta. In particolare, i volontari accolgono i visitatori nello splendido teatrino settecentesco ogni venerdì, sabato e domenica, dalle 10 alle 13. Grazie all’accordo tra la Reggia di Caserta e il Touring Club Italiano 35mila visitatori hanno potuto accedere al Teatro di Corte, rafforzando il prestigio della Reggia e il suo posizionamento di sito museale di grande richiamo, con visitatori e incassi in continua crescita. “Ringrazio i volontari del Touring Club - afferma Mauro Felicori, Direttore della Reggia di Caserta- che sentendosi parte di un impegno comune, condividono con noi la strategia del rilancio e della riqualifica del sito vanvitelliano garantendo l’apertura continuativa del Teatro di Corte e consentendo a tanti appassionati di visitare una delle bellezze più significative del nostro Monumento.” “Dalla sua fondazione il Touring è sempre stata un’associazione al servizio delle istituzioni - afferma Franco Iseppi, Presidente del Touring Club Italiano. Siamo un soggetto privato e indipendente che esercita una funzione pubblica: valorizzare come può le ricchezze d’Italia. In un anno oltre 35mila persone hanno potuto ammirare un sito istituzionale di grande valore, simbolo dell’eccellenza del nostro Paese, come la Reggia di Caserta. In tutta Italia in 13 anni di Aperti per Voi sono oltre 12 milioni lei persone che hanno potuto visitare beni che altrimenti sarebbero rimasti chiusi. Quello del Touring – continua Iseppi - è un impegno genuino, improntato sulla completa gratuità e sulla voglia di rendersi utili al Paese. In questa spinta genuina, cresciuta anno dopo anno in modo contagioso, sta la ragione del successo di Aperti per Voi qui a Caserta e in tutta Italia. Desidero ringraziare i Volontari – conclude il Presidente del Touring - per l’attenzione, la qualità e la disponibilità con le quali svolgono l’attività di servitore civile delle Istituzioni e dei cittadini. Operare nella Reggia di Caserta, in contatto con l’illuminatissima Direzione della Reggia, è dimostrare quanto la nostra Associazione è motivata a far sì che questo Paese, attraverso i beni culturali, sia più conosciuto, attrattivo, competitivo e accogliente.” Progettata nel 1752 da Luigi Vanvitelli su mandato di re Carlo, la magnifica Reggia di Caserta fu creata per essere il nucleo della nuova capitale del Regno. Il Teatro di Corte, splendido esempio di architettura teatrale settecentesca, si trova nel lato occidentale della Reggia. La sua ideazione risale ad una fase successiva a quella della progettazione del Palazzo. Venne, infatti, progettato dal Vanvitelli solo dopo il 1756 e fu collocato all'interno del Palazzo ad uso esclusivo della corte e dotato di un ingresso riservato che consentiva al re di accedere direttamente al palco reale. Conclusi i lavori nel 1768, il Teatro di Corte fu inaugurato nel gennaio del 1769 dalla giovane coppia reale, Ferdinando e Maria Carolina, alla presenza di tutta l'aristocrazia napoletana.

Print Friendly, PDF & Email