Home Cronaca Un peluche per l’istruzione

Un peluche per l’istruzione

1177


Download PDF

Anche quest’anno IKEA, in collaborazione con Unicef e Save the children, lancia l’iniziativa beneficaUn peluche per l’istruzione.Dal 2 novembre 2014 al 3 gennaio 2015 per ogni peluche o libro acquistato in tutti i negozi IKEA,l’IKEA Foundation donerà automaticamente 1 euro ai progetti di istruzione delle due associazioni benefiche.

Istruzione e gioco: il connubio perfetto per il sano e corretto sviluppo dei bambini, per pelucheaiutarli a maturare nel modo giusto conciliando lo studio che permette di elevarsi socialmente, di avere maggiori opportunità nella vita per costruirsi il proprio futuro e di essere più consapevoli di se stessi e del mondo che li circonda e il divertimento che contribuisce a farli crescere sereni e a relazionarsi con i coetanei distraendoli dalla propria quotidianità a volte troppo dura. Perché ogni bambino del mondo, indipendentemente da dove nasca, se in un villaggio sperduto o in una metropoli, in una famiglia umile o facoltosa, ha diritto alle stesse opportunità degli altri, al benessere, ad un’alta qualità di vita. Dare dignità ai bambini con l’educazione è appunto uno dei motti che troneggia sul blog.IKEAfoundation.org. Un peluche per l’istruzione, in questo senso, rappresenta un’iniziativa di solidarietà di alto valore per regalare un sorriso, una speranza ad ogni bambino. Ma perché proprio un peluche? “L’orsacchiotto di peluche è il simbolo dei giochi dell’infanzia. Noi abbiamo voluto reinterpretarlo in chiave moderna, creando un giocattolo morbido, con un muso simpatico, che potesse piacere a bambini e bambine“, questo il commento di Per Ivar Ledang e Nanna Ivarsson, designer di IKEA PS BRUM.

La campagna solidale di IKEA Foundation dura da ormai 11 anni: sono già stati devoluti 67 milioni di euro a Unicef e Save the children, per un totale di 99 progetti finanziati che hanno riguardato oltre 11 milioni di bambini in 46 diversi paesi del ondo. E se avessimo ancora dubbi sull’uso dei fondi destinati ai bambini, riflettiamo sull’affermazione di uno dei volontari, Mark Lanza Wallace: “Quando sono tornato, molti colleghi mi hanno chiesto:”… ma i soldi vanno a finire lì veramente?” Si, vanno a finire lì, e possono davvero fare la differenza per molti bambini nel mondo, l’ho visto con i miei propri occhi, in Cambogia!”

Per maggiori informazioni sulla campagna visitare: blog.IKEAfoundation.org

 

Print Friendly, PDF & Email
Lorenza Iuliano

Autore Lorenza Iuliano

Lorenza Iuliano, vicedirettore ExPartibus, giornalista pubblicista, linguista, politologa, web master, esperta di comunicazione e SEO.