Home Territorio Non solo S.Gregorio e S.Biagio nel Natale di Napoli

Non solo S.Gregorio e S.Biagio nel Natale di Napoli

886
San Gregorio Armeno, Napoli


Download PDF

Il 15 novembre si inaugura la kermesse natalizia

Riceviamo e pubblichiamo dall’Ufficio Stampa del Comune di Napoli.

Viene ufficializzato oggi con l’approvazione in giunta comunale delle delibere di istituzione delle fiere natalizie di S.Gregorio Armeno e di S.Biagio dei Librai l’inizio del Natale di Napoli.

Le buone pratiche messe in campo gli scorsi anni si arricchiscono di un’importante novità: quest’anno gli arredi delle manifestazioni storiche dei Decumani saranno tutti uniformi ed omogenei per accrescere il valore culturale e turistico delle stesse. A fronte delle spese sostenute per migliorare le strutture espositive gli operatori beneficeranno della riduzione al 100% della tariffa per l’occupazione di suolo pubblico, così come sancito dal nuovo Regolamento Comunale approvato in consiglio comunale nell’agosto scorso.

“Si tratta” – dichiara l’assessore al lavoro con delega al commercio Enrico Panini – “di un lavoro importante che ha coinvolto in primis gli artigiani, i cittadini gli ambulanti e le associazioni che sono stati ascoltati in diverse assemblee pubbliche. Proprio grazie a loro è stato possibile migliorare ancor di più quello che da oltre 100 anni è un vanto della nostra città: S.Gregorio Armeno. Quest’anno la fiera è dedicata all’acqua pubblica e al tema dell’acqua pubblica sono ispirate le luminarie natalizie che in queste ore i tecnici stanno montando nelle strade dedicate alla storica fiera.

Domenica 15 novembre alle ore 17 è fissato l’inizio della cerimonia di inaugurazione alla presenza del sindaco e di padre Alex Zanotelli, il padre comboniano da sempre impegnato sui grandi temi del sociale, che benedirà kermesse.
In tema natalizio oggi è stata inoltre approvata una delibera che integra l’elenco dei mercatini natalizi del Vomero e della città bassa. In particolare la fiera di piazzetta Orefici che consentirà in collaborazione con i giovani orafi dell’omonimo Borgo la creazione di un momento di valorizzazione dell’artigianato di qualità napoletano arricchito dai prodotti enogastronomici di eccellenza delle nostre terre”.

Print Friendly, PDF & Email