Home Lombardia Regione Lombardia Lombardia: vecchie e nuove sfide nel trasporto pubblico locale

Lombardia: vecchie e nuove sfide nel trasporto pubblico locale

511
Palazzo Pirelli Milano


Download PDF

Integrazione modale e tariffaria: punti deboli e opportunità emerse nella relazione finale elaborata dal Comitato paritetico di controllo e valutazione

Riceviamo e pubblichiamo dall’Ufficio Stampa del Consiglio Regionale della Lombardia.

Coordinamento degli orari scolastici, sicurezza dei punti di sosta e delle aree di interscambio, bigliettazione elettronica, comunicazione digitale: questi sono i banchi di prova che il sistema del trasporto pubblico locale dovrà affrontare alla ripresa delle normali attività e spostamenti.
Gli spunti sono emersi nella relazione finale sulla missione valutativa, promossa dal Comitato Paritetico di Controllo e Valutazione, presieduto da Barbara Mazzali – FdI e da Marco Degli Angeli – M5S, che ha riguardato l’integrazione modale e tariffaria, a seguito della legge di riforma del settore, l.r 6/2012.

Il quadro, illustrato dal Vice Presidente del Consiglio regionale, Carlo Borghetti, PD, dal Consigliere Manfredi Palmieri, EpI, pur prescindendo dall’impatto che la pandemia di Covid-19 ha avuto e avrà sulla mobilità e sul trasporto pubblico locale, presenta opportunità che la crisi sanitaria ha creato e che potrebbero imprimere un’accelerazione al processo di integrazione modale e tariffaria, ancora non del tutto concluso, proprio a partire dai nodi finora irrisolti.

Per esempio, il mancato coordinamento tra orari scolastici e TPL può essere superato nell’ambito di un complessivo ripensamento degli orari delle città, da estendere anche ai tempi delle imprese, incentivando il ruolo dei mobility manager.

Il tema della sicurezza dei punti di sosta e delle aree di interscambio ferro – gomma e gomma – gomma, su cui intervengono competenze istituzionali diverse, potrà ora acquisire nuova priorità, grazie a nuove esigenze imposte dal necessario distanziamento fisico, e sollecitare lo sforzo congiunto di tutti i decisori coinvolti.

Altre leve su cui occorrerà procedere riguarderanno l’avvio definitivo ed omogeneo della bigliettazione elettronica e un massiccio ripensamento e potenziamento tecnologico di tutta la parte di comunicazione e informazione agli utenti, sempre più connessi ma alle prese con mancata completezza e scarsa accessibilità ai siti web.

A conclusione della missione valutativa e delle riflessioni svolte, il Comitato Paritetico di Controllo e Valutazione ritiene fondamentale mantenere l’attenzione sul processo di integrazione modale e tariffaria del trasporto pubblico locale e propone alla Commissione consiliare Territorio di accogliere il contributo conoscitivo offerto dalla missione valutativa, nell’ambito dei lavori di aggiornamento o modifica della legge regionale 6/2012.

Print Friendly, PDF & Email