Home Territorio Intervista a Ludovica Nasti giovane attrice rivelazione dell’anno

Intervista a Ludovica Nasti giovane attrice rivelazione dell’anno

1301
Ludovica Nasti


Download PDF

La protagonista della serie ‘L’amica geniale‘ premiata al Social World Film Festival 2019

Spontanea, simpatica, solare, spigliata… una forza della Natura. Ludovica Nasti ha dodici anni ma non è per nulla intimorita da microfoni e telecamere, anche se ammette

preferisco quando mi riprendono mentre recito.

L’abbiamo incontrata nel magnifico scenario del Castello Giusso di Vico Equense (NA), poche ore prima che ricevesse dal Social World Film Festival e dal suo direttore Giuseppe Alessio Nuzzo il Premio come ‘Giovane Attrice Rivelazione dell’anno’.

Il riconoscimento arriva grazie all’interpretazione della piccola Lila Cerullo in una delle serie TV meglio riuscite degli ultimi anni: ‘L’amica geniale di Saverio Costanzo tratta dal bestseller di Elena Ferrante.

E quando Ludovica parla di questa esperienza le si illuminano gli occhi.

Mi ha cambiato la vita Lila. Ho fatto mesi di provini e riuscire ad essere scelta tra quasi 10mila bambine è stata una soddisfazione indescrivibile, una vittoria.

Una interpretazione che le ha davvero cambiato la vita visto che dopo la serie TV è stata chiamata a girare un film, ‘Rosa pietra e stella di Marcello Sannino, un cortometraggio, ‘Fame’ di Giuseppe Alessio Nuzzo, oltre a farla entrare nel cast della real soap più longeva della TV italiana, ‘Un posto al sole’.

Come è stato lavorare a ‘L’amica geniale’?

All’inizio era proprio un gioco… mi sembrava tutto così grande, magico. Poi mi è piaciuto sempre di più interpretare Lila ed è stato tutto più facile grazie ad un vero e proprio maestro come Saverio (Costanzo). Con il passare del tempo mi impegnavo sempre di più ed è stato proprio girando la serie che ho capito di voler studiare per continuare a fare l’attrice. Mi piaceva troppo.

Qui a Vico Equense vieni premiata dalla Mostra del Cinema Sociale: credi il personaggio di Lila, la sua storia e quella di Lenù possano essere utili a far riflettere?

Io credo che ‘L’amica geniale’ sia una storia molto importante. Prima di girare la serie non conoscevo nulla né del libro, né di Elena Ferrante, poi attraverso i copioni, Saverio che ci ha raccontato la storia di queste due bambine, ho capito che guardandola noi giovani possiamo pensare e cercare di comprendere tanti problemi che vivevano i ragazzi molti anni fa, così come quello che può succedere ora

Anche i film che ho girato dopo ‘L’amica geniale’ parlano di temi importanti: ‘Rosa, pietra e stella’ di Marcello Sannino tratta problemi sociali che si vivono al giorno d’oggi, ma non posso dire di più sulla trama.

E poi ho girato il corto ‘Fame’ sulla povertà nei quartieri popolari di Napoli il cui regista è il direttore del Festival Giuseppe Alessio Nuzzo, che per scaramanzia non fa vedere i suoi film neanche agli attori prima della presentazione. Però mi è piaciuto girarlo.

I registi con cui hai lavorato ti hanno detto di guardare qualche film per preparare i personaggi che hai interpretato?

No, nessuno in particolare.

A te piace guardare i film? Quali sono i tuoi preferiti?

Adoro Sophia Loren e mi piacciono tutti i suoi film, ma il mio preferito in assoluto è ‘Pane amore e fantasia’, poi lei ha l’animo puteolano come me… per me è un’ispirazione e spero un giorno di poterla conoscere.

Poi c’è ‘Stranger Things’ è una serie meravigliosa che mi piace tanto, soprattutto perché Millie Bobby Brown è straordinaria, bravissima.

Ho saputo che ti piace giocare a calcio.

Tantissimo. Gioco in una squadra di Pozzuoli; il mio sogno era diventare una calciatrice, poi ho iniziato a recitare e ora voglio studiare e impegnarmi per continuare a fare l’attrice, ma il calcio resta una mia grande passione.

Ti piace anche guardarlo? Hai visto i Mondiali femminili?

Mi piace molto vedere le partite, purtroppo tra le riprese di ‘Un posto al sole’ e gli altri impegni ho visto solo la partita contro la Cina ai Mondiali. Ma che brave!

Per quale squadra tifi?

Naturalmente per il Napoli!

Hai un giocatore preferito?

Lorenzo Insigne, ma anche Mertens e Milik, sopratutto quando giocano insieme.

Ludovica Nasti è una forza della Natura dal sorriso contagioso; ha voglia di coltivare il suo talento e dopo il battesimo di fuoco, con relativo straordinario successo, de ‘L’amica Geniale c’è molta curiosità di vederla prossimamente nelle opere di Marcello Sannino, Rosa, pietra e stella e Giuseppe Alessio Nuzzo, ‘Fame’.

Per ora vale la pena di sbilanciarsi facendole i complimenti per ciò che ha fatto e scommettendo sulla sua carriera futura.

Print Friendly, PDF & Email
Paco De Renzis

Autore Paco De Renzis

Nato tra le braccia di Partenope e cresciuto alle falde del Vesuvio, inguaribile cinefilo dalla tenera età… per "colpa" delle visioni premature de 'Il Padrino' e della 'Trilogia del Dollaro' di Sergio Leone. Indole e animo partenopeo lo rendono fiero conterraneo di Totò e Troisi come di Francesco Rosi e Paolo Sorrentino. L’unico film che ancora detiene il record per averlo fatto addormentare al cinema è 'Il Signore degli Anelli', ma Tolkien comparendogli in sogno lo ha già perdonato dicendogli che per sua fortuna lui è morto molto tempo prima di vederlo. Da quando scrive della Settima Arte ha come missione la diffusione dei film del passato e "spingere" la gente ad andare al Cinema stimolandone la curiosità attraverso i suoi articoli… ma visto i dati sconfortanti degli incassi negli ultimi anni pare il suo impegno stia avendo esattamente l’effetto contrario. Incurante della povertà dei botteghini, vagamente preoccupato per le sue tasche vuote, imperterrito continua la missione da giornalista pubblicista.