Home Territorio IA e papiri ercolanesi al centro dell’incontro del Portici Science Cafè

IA e papiri ercolanesi al centro dell’incontro del Portici Science Cafè

480
IA e papiri ercolanesi


Download PDF

Ospite – relatore il prof. Gianluca Del Mastro, docente dell’Università della Campania ‘L. Vanvitelli’

Riceviamo e pubblichiamo.

Si svolgerà martedì 16 aprile alle 17:30, a via Diaz 144, presso il primo piano di Villa Fernandes, a Portici (NA), il nuovo appuntamento con la scienza targato Portici Science Cafè e promosso dall’associazione BLab.

Protagonisti dell’incontro saranno, dopo l’introduzione a cura del coordinatore del PSC, Vincenzo Bonadies, il prof. Gianluca Del Mastro, docente dell’Università della Campania ‘L. Vanvitelli’, e i papiri carbonizzati dell’antica Ercolano.

Una recente competizione non sportiva ma scientifica la ‘Vesuvius Challenge’, finanziata da un mecenate della Silicon Valley con un premio da un milione di dollari, si è posto l’obiettivo di risolvere l’enigma sul contenuto dei rotoli di 2.000 anni fa ritrovati a Ercolano e scritti in greco antico.

La sfida è stata accolta dal mondo scientifico e il premio è stato vinto da tre giovani studenti/ricercatori, uno egiziano, uno statunitense e uno svizzero, tutti under 30, che hanno interpretato un rotolo carbonizzato degli scavi di Ercolano, custodito a Parigi perché donato da re Ferdinando IV di Borbone a Napoleone Bonaparte, senza doverlo srotolare, grazie all’Intelligenza artificiale.

Ciò ha permesso di decifrare per la prima volta 2000 lettere/caratteri greci riportati nero su bianco e sparsi su 15 colonne del rotolo.

I promettenti risultati della ‘Vesuvius Challenge’ fanno sperare di riuscire a individuare anche l’autore e il tema di quanto scoperto.

Ingresso libero e gratuito.

Print Friendly, PDF & Email