Home Territorio ‘Gioia da vivere’ al Teatro Ivelise

‘Gioia da vivere’ al Teatro Ivelise

303
'Gioia da vivere'


Download PDF

In scena a Roma dal 26 al 28 maggio

Riceviamo e pubblichiamo.

‘Gioia da vivere’, spettacolo scritto e diretto da Paolo Andreotti, venerdì 26 maggio 2023, ore 21:00, debutta sul palco del Teatro Ivelise, con repliche a seguire sabato 27 maggio, ore 21:00, e domenica 28 maggio, ore 18:00.

L’opera teatrale attraversa momenti comici e surreali in un contesto storico drammatico, è un viaggio nelle emozioni più contrastanti, negli stereotipi di genere e di coppia, dove ogni spettatore può riconoscersi.

Sinossi

Cosa fareste se una terribile pandemia stesse sconvolgendo la Terra e foste obbligati a rimanere chiusi in casa per un periodo di quarantena indefinito?
Giacomo ha pensato di ingaggiare una prostituta alla quale offrire vitto, alloggio e un compenso per trascorrere il lockdown in sua compagnia.

La sua iniziativa naufraga fin dal primo momento: al posto della ragazza con cui si era accordato si presenta un’amica lei, africana, Gioia, che, approfittando del buon cuore di Giacomo, lo coinvolge in un ‘ménage domestico’ comico e surreale: uno scontro continuo di esperienze e di culture molto distanti fra loro, apparentemente impossibile da risolvere.

Ma non si può uscire, e così, mentre all’esterno dell’abitazione il virus fa il suo corso, terribile e inarrestabile, all’interno la convivenza forzata costringe i due a condividere spazi e situazioni, obbligandoli pian piano a scoprirsi, a conoscersi, a conoscere anche un po’ se stessi e rivoluzionare le proprie idee e convinzioni.

E così, giorno dopo giorno, il rapporto tra l’insoddisfatto Giacomo e l’inquieta Gioia finisce per trasformare entrambi, in qualche modo li avvicina nella loro umanità, finché…

Una commedia brillante, che gioca sugli stereotipi di genere e di coppia, con un occhio al razzismo latente e inconsapevole che alberga in molti di noi.

Autore e regia Paolo Andreotti
con Simone Destrero e Francesca Piersante
Produzione AnkAfrikindi

Print Friendly, PDF & Email