Home Toscana Regione Toscana Firmato accordo riqualificazione Area ex Vivaio Castell’Azzara (GR)

Firmato accordo riqualificazione Area ex Vivaio Castell’Azzara (GR)

135
Stefano Ciuoffo e Maurizio Coppi Castell'Azzara (GR)


Download PDF

Il contributo regionale per la realizzazione del progetto ammonta a 400 mila euro

Riceviamo e pubblichiamo da Agenzia Toscana Notizie.

Firmato oggi, 24 gennaio, a Palazzo Strozzi Sacrati un accordo tra Regione e Comune di Castel’Azzara (GR) per riqualificare l’Area ex Vivaio, a partire dal recupero di una piscina. Per la realizzazione del progetto il contributo concesso dalla Regione ammonta a 400 mila euro.

L’accordo è stato firmato dall’Assessore al turismo Stefano Ciuoffo e dal Sindaco di Castell’Azzara Maurizio Coppi.

Ha commentato Ciuoffo:

A fine giugno 2019 sempre con il Comune abbiamo firmato un protocollo di intesa per la promozione e salvaguardia dei valori identitari del territorio. Quel’atto prevedeva, tra le altre azioni, la realizzazione di interventi di promozione e valorizzazione delle risorse ambientali e culturali a fini turistici.

Quello che firmiamo oggi è una prima tappa verso l’applicazione completa del protocollo, a cominciare dal recupero di una piscina che si trova in quest’area. Un’attenzione particolare al turismo ambientale e sportivo, risorsa in grado di rigenerare questo territorio.

La preziosa esperienza della cooperativa di comunità che è nata qui è l’esempio delle tante energie che si mobilitano quando si vuole far continuare a vivere il proprio paese non rassegnandosi allo spopolamento delle aree decentrate o montane.
La Regione è al fianco di questi territori e di queste realtà con iniziative analoghe.

Ha detto il Sindaco Coppi:

Un ringraziamento alla Regione per il sostegno ad un progetto che, pensato insieme all’associazione Ecosistema Comunale, auspichiamo possa essere il primo tassello di un graduale rilancio del nostro territorio.

L’amministrazione sta cercando, con una progettualità a lungo termine, di creare le condizioni favorevoli ad arginare il problema dello spopolamento, per far capire che nel 2020 è possibile vivere in un paese ‘lontano’ dai grandi centri. La vita metropolitana è sempre più complicata per le giovani famiglie, cerchiamo di creare un’alternativa plausibile.

Per questo investiamo e investiremo sulla scuola, sulle iniziative legate alla cultura e allo sport e sulla promozione di tutte le realtà imprenditoriali, fiore all’occhiello del nostro paese. Il protocollo firmato oggi è uno strumento indispensabile per il successo di questa nostra idea di futuro.

A novembre scorso il Comune ha inviato alla Regione il progetto preliminare e il progetto di fattibilità tecnica ed economica per la riqualificazione del parco comunale ubicato nell’Area ex Vivaio, che si estende per circa 18.800 mq, dove si trovano una piscina composta da due vasche, l’impianto è chiuso in quanto non in regola con la normativa vigente, con edifici annessi ed un’area di sosta per camper, non in funzione.

L’intervento complessivo rientra tra le azioni previste nel progetto ‘laboratorio Ecosistema comunale’, progetto pensato grazie al coinvolgimento di tutti gli attori del territorio per promuovere e realizzare interventi di valorizzazione del territorio e migliorare la vita della cittadinanza e dei turisti.

Il primo step per la riqualificazione dell’Area riguarda la riqualificazione della piscina, attraverso la messa a norma delle vasche, l’abbattimento parziale dell’esistente e la costruzione del nuovo edificio per ospitare gli spogliatoi e i servizi e la copertura stagionale delle vasca grande.

In base all’accordo viene individuato in ARTEA il soggetto attuatore incaricato della verifica della compatibilità degli interventi previsti.

Print Friendly, PDF & Email