Home Toscana Regione Toscana Firenze, successo per l’iniziativa ‘Be Kind – Z Generation Forum’

Firenze, successo per l’iniziativa ‘Be Kind – Z Generation Forum’

713
Be Kind


Download PDF

Giani: ‘La prevenzione e la sensibilizzazione sono i migliori strumenti per contrastare il bullismo e il cyberbullismo’

Riceviamo e pubblichiamo da Agenzia Toscana Notizie.

La prevenzione di fenomeni in preoccupante ascesa come bullismo, cyberbullismo e disagio giovanile è al centro del convegno ‘Be Kind – Z Generation Forum’ che si svolge oggi al Conema La Compagnia di Firenze.

Il convegno è stato organizzato dall’Associazione Contrajus con il patrocinio della Regione Toscana, del Comune di Firenze, della Città Metropolitana di Firenze, dell’Ordine degli Psicologi della Toscana e dell’Ordine degli Assistenti Sociali della Regione Toscana.

Bullismo e cyberbullismo – ha evidenziato l’associazione organizzatrice dell’evento – si configurano sempre più, tra le nuove generazioni, come l’espressione della scarsa tolleranza e della non accettazione verso chi è diverso per etnia, religione, caratteristiche psico-fisiche, genere, identità di genere, orientamento sessuale, nonché per particolari realtà familiari.

Come chiarito dal Presidente di Contrajus, Avv. Paolo Russo

nell’ottica di una cooperazione fattiva e propositiva tra le componenti istituzionali e sociali preposte alla tutela dei minori, all’educazione e alla diffusione di una cultura della legalità, Contrajus ha deciso di realizzare questo evento che, mettendo a confronto Rappresentanti delle Istituzioni e degli Enti, professionisti esperti, ragazzi e ragazze e tutto il mondo della scuola, intende affrontare le tematiche legate a tali drammatici fenomeni e al disagio giovanile in genere.

Ma ‘Be Kind’ non vuole rappresentare solo un Convegno, bensì diventare l’occasione per promuovere un vero e proprio stile di vita, incentrato sull’impegno a prendersi cura degli altri, in particolare dei soggetti fragili, al prestare loro particolare attenzione, al trattarli con gentilezza e con rispetto.

È infatti previsto che nel corso dell’intera giornata tanto gli ospiti, quanto i Rappresentanti delle Istituzioni e degli Enti che interverranno, vengano invitati a manifestare la loro personale adesione a questa mission.

Vorremmo pertanto che ‘Be Kind’ diventasse, per la nostra Regione, un appuntamento fisso, da realizzarsi annualmente al fianco delle Istituzioni per rinnovare insieme il suddetto impegno.

Nel suo intervento, il Presidente della Regione Toscana Eugenio Giani ha sottolineato:

La prevenzione e la sensibilizzazione sono i migliori strumenti per contrastare il bullismo e il cyberbullismo.

Per questo sosteniamo volentieri l’iniziativa dell’Associazione Contrajus, che affronta queste tematiche puntando sulla riscoperta di valori decisivi come la gentilezza, il rispetto e il prendersi cura degli altri.

Nella nostra Regione c’è una attenzione speciale a questi fenomeni che periodicamente si ripropongono nelle scuole e nei luoghi di aggregazione giovanile: l’iniziativa ‘Be Kind’ dà un contributo prezioso a rinforzare questa azione mettendo in rete tante componenti diverse, da quelle istituzionali e sociali al mondo della scuola, dagli insegnanti ai ragazzi.

Be Kind è stato presentato da Micaela Nasca, giornalista Mediaset, TgCom2.
La mattina è stata interamente dedicata agli alunni delle scuole, giunti da tante zone della Toscana e anche da molte parti d’Italia.

Sono seguite poi testimonianze, esperienze vissute e racconti di giovani e adolescenti. Una parte della mattinata è stata dedicata al tema del bullismo nello sport; hanno presenziato, quali testimonial, campioni di varie discipline come Carlo Macchini, atleta delle Fiamme Oro della Polizia di Stato e della nazionale italiana di ginnastica artistica, nel 2022 ha vinto, nella tappa di coppa del mondo al Cairo, la medaglia d’oro nell’esercizio alla sbarra, Simone Ciulli, nuotatore, atleta paralimpico, vincitore della medaglia d’argento nella staffetta 4×100 ai Giochi paralimpici di Tokyo 2020 e Orlando Fiordigiglio, pugile, attuale campione italiano nella categoria superwelter.

È intervenuta a Be Kind anche Elena Ferrara, promotrice, in Senato, della Legge n.71/2017, la prima in Europa ad occuparsi della prevenzione del fenomeno del cyberbullismo; la Ferrara ha spiegato ai ragazzi la normativa, soffermandosi in particolare sugli strumenti di tutela previsti contro gli atti di cyberbullismo.

Nel corso della mattina ha presentato un monologo sul tema del bullismo e del cyberbullismo anche la nota attrice fiorentina Daniela Morozzi, caratterista cinematografica e volto di primo piano nel campo dell’improvvisazione teatrale.

Tra i testimonial di ‘Be Kind’ anche il giovanissimo Brian Signorini, diventato personaggio pubblico sui social per i suoi video contro il bullismo e il cyberbullismo, attualmente peer educator sulle tematiche giovanili per conto di una Onlus.

Dopo la pausa pranzo, nel pomeriggio i lavori riprendono alla presenza di un pubblico più eterogeneo: oltre agli studenti, prendono parte alle tavole rotonde numerosi professionisti, assistenti sociali, psicologi, avvocati, docenti, e cittadini comuni.

Tra i partecipanti interverrà per la Regione Toscana Bernard Dika, Consigliere personale del Presidente Giani con delega alle politiche giovanili, all’innovazione e GiovaniSì.

Al termine della tavola rotonda saliranno sul palco alcuni studenti del Laboratorio Teatrale dell’IIS ‘G. Ferraris – F. Brunelleschi’ di Empoli (FI), che interpreteranno alcuni monologhi sul tema del Convegno.

Dopo un nuovo spazio dedicato allo sport con la partecipazione del campione internazionale di nuoto Lorenzo Zazzeri, la seconda parte del pomeriggio è dedicata ad un focus in cui, quali esempi di best practices sul tema, verranno presentati progetti di prevenzione e lotta ai fenomeni del bullismo e del cyberbullismo, già attivi nella Regione Toscana, realizzati a vario titolo da Enti e Istituzioni del territorio.

Il pomeriggio di lavori si concluderà con i saluti dell’Associazione Contrajus che darà appuntamento a ‘Be Kind’ 2024.

L’Associazione Contrajus, organizzatrice dell’evento, ha sede legale a Firenze e sezioni territoriali in altre Regioni italiane. Tra le sue fila operano da anni professionisti di varie discipline, avvocati, psicologi, educatori, che, pur provenendo da percorsi di vita, esperienze e sensibilità differenti, hanno inteso misurarsi su questioni sociali e giuridiche inerenti ai soggetti fragili.

Print Friendly, PDF & Email