Home Territorio Consiglio Campania: esito Question Time 24 giugno 2022

Consiglio Campania: esito Question Time 24 giugno 2022

279
Consiglio regionale della Campania


Download PDF

Ciclo dei rifiuti, gestione stadio collana, sistema di trasporto Hiper Transfer tra le interrogazioni

Riceviamo e pubblichiamo dall’Ufficio Stampa del Consiglio regionale della Campania.

L’ipotesi di attivazione di una quarta linea del termovalorizzatore di Acerra ha destato preoccupazione tenuto conto che un ciclo di smaltimento dei rifiuti virtuoso deve puntare sulla raccolta differenziata dei rifiuti e non sull’inceneritore.

È quanto ha affermato la consigliera Vittoria Lettieri, De Luca Presidente, intervenendo in Consiglio regionale al Question time con una interrogazione finalizzata a conoscere le alternative alla quarta linea.

Ha spiegato l’Assessore regionale all’ambiente Fulvio Bonavitacola:

L’ipotesi di una quarta linea, come prospettato da A2A, soggetto gestore del termovalorizzatore di Acerra, nasce per far fronte alla fisiologica usura dell’impianto e all’eventuale blocco delle altre linee, insomma la quarta linea sarebbe soltanto una ‘ruota di scorta’ per l’impianto e non uno strumento per potenziare lo smaltimento dei rifiuti ad Acerra; ciò trova conferma nel fatto che abbiamo finanziato il progetto ‘smart stir’, che punta sulla separazione di alcune categorie della frazione secca.

Inoltre, dobbiamo dare impulso alla raccolta differenziata, agli impianti di compostaggio, perché circola ancora una sorta di ‘impianto-fobia’ che condiziona un decisore come nel caso di ritirare la propria disponibilità per la collocazione degli impianti.

Ha replicato Lettieri:

Se noi ingranassimo un ciclo di raccolta differenziata ben fatto, la ‘ruota di scorta’ del termovalorizzatore potrebbe essere l’attuale terza linea e andare, così, alla progressiva riduzione di tutte le linee fino alla dismissione totale del termovalorizzatore.

La consigliera Maria Muscarà, gruppo misto, ha presentato un’interrogazione sulla gestione dello Stadio Collana:

Un argomento che va avanti dal 2017 e non riesce a trovare pace per una struttura che doveva essere pubblica e che sembra essere stata trasformata in privata, sul quale di recente il TAR si è pronunciato respingendo il ricorso della società Giano, già concessionaria perla gestione dello stadio, e si spera che tale sentenza possa mettere fine a questa situazione con la Regione che dovrebbe riappropriarsi della struttura.

L’Assessore Marchiello ha spiegato che sono in esecuzione, tra le altre, le seguenti attività:

Consegna dei lavori di progetto di miglioramento sismico della piscina coperto, per la fine del mese di giugno; verifica della progettazione esecutiva delle Torri Faro; affidamento ed avvio del servizio di pulizia e smaltimento dei rifiuti depositati da ignoti sotto la tribuna su vico Acitillo.

Il TAR ha dato ragione alla Regione su tutta la linea, ma la Giano ha proposto ricorso al Consiglio di Stato, se non sarà disposta la sospensiva, la Regione procederà con tutti gli atti di competenza. La cosa importante è rientrare nel pieno possesso del bene.

Il Consigliere Vincenzo Santangelo, IV, ha presentato un’interrogazione per conoscere quali iniziative la Regione sta intraprendendo per l’impiego del sistema di trasporto Hyper Transfer, un mezzo di trasporto terrestre in fase di sperimentazione potenzialmente in grado di far viaggiare merci e passeggeri ad una velocità pari a quella dei principali aerei a reazione attraverso un vettore che scorre all’interno di un tunnel sottovuoto privo di attrito con l’aria, per l’introduzione di un modello di trasporto ad altissima efficienza energetica

del quale la Regione Campania potrebbe essere protagonista dettando la linea nella riduzione dei combustibili fossili.

Ha spiegato Marchiello:

La Regione Campania, sulla base degli studi e delle sperimentazioni in corso da parte di RFI, sta valutando ogni azione opportuna per orientare queste strategia di trasporto anche verso le infrastrutture che rivestono interesse per la mobilità regionale.

Il Consigliere Pasquale Di Fenza, Moderati, ha presentato un’interrogazione per chiedere chiarimenti sulle procedure autorizzative e di pianificazione degli impianti di cremazione, la cui programmazione è rimessa al piano regionale di coordinamento e delle linee guida per la localizzazione degli impianti; sul tema l’Assessore Marchiello ha spiegato che allo stato risultano attivi gli impianti di cremazione a Montecorvino Pugliano, Cava de’ Tirreni, Domicella, Napoli, Castel Voltuno, il processo di redazione del piano coinvolgerà le direzioni competenti e, al termine, il documento sarà sottoposto alle valutazioni della Giunta regionale.

Il Consigliere Gennaro Saiello, M5S, ha presentato un’interrogazione sulla vertenza dei lavoratori Giraservice

che sono stati impegnati per circa 25 anni, per il Consorzio Unico Campania, per il tramite della società Giraservice, ma, ad oggi, non hanno prospettive di reinserimento occupazionale, nonostante gli impegni presi con il protocollo di intesa stipulato dalla Regione.

Ha risposto Marchiello:

La società subentrante Sir non ha accettato la clausola sociale a favore dei lavoratori, il 10 novembre 2021 è stata indetta una nuova procedura di gara per l’affidamento di tale servizio, ma la gara è andata deserta, nel mentre, onde evitare l’interruzione del pubblico servizio, il servizio di distribuzione dei titoli nei punti vendita continua ad essere gestito da Sir, di seguito è stata indetta una ulteriore procedura di gara, il 26 aprile 2022 relativa alla bigliettazione e, al termine della stessa, potranno essere assunte n.33 unità di personale.

Tale prospettiva occupazionale ha insoddisfatto l’interrogante che ha sollecitato la giunta regionale ad attivarsi anche per salvaguardare gli altri cento lavoratori anche attraverso attività di formazione.

Infine, la Consigliera Maria Muscarà ha presentato un’interrogazione sulla riapertura dell’ambulatorio STP – ENI presso il presidio ospedaliero San Gennaro.

Ha spiegato Marchiello:

Ad oggi, nonostante la ricognizione dei medici di continuità assistenziale, non è stato possibile reclutare personale medico disponibile per la riapertura dell’ambulatorio.

Sul territorio dello stesso Distretto 29 ASL Napoli 1 sono attivi l’ambulatorio STP dell’Elena di Aosta e l’ambulatorio STP pediatrico presso il san Gennaro.

Print Friendly, PDF & Email