Home Territorio Estero Congresso nazionale AICCRE, gli Stati Uniti d’Europa al centro

Congresso nazionale AICCRE, gli Stati Uniti d’Europa al centro

1240
AICCRE


Download PDF

A Palazzo Pirelli tre giorni di confronti, idee e proposte sul futuro dell’Unione europea

Riceviamo e pubblichiamo dall’Ufficio Stampa del Consiglio regionale della Lombardia.

Il convegno è l’occasione per anticipare alcuni temi di carattere geopolitico che coinvolgeranno l’Europa di domani.

L’idea degli Stati Uniti d’Europa risponde al desiderio di cambiamento espresso dai cittadini europei che chiedono di rimodellare l’Unione garantendo la sua autonomia strategica, la crescita sostenibile, il miglioramento delle condizioni di vita e di lavoro e la sostenibilità ambientale nel quadro di un contratto sociale rinnovato.

Lo ha dichiarato la Presidente di AICCRE Lombardia Milena Bertani nel corso della seconda giornata del XVII Congresso nazionale dell’Associazione italiana per il Consiglio dei Comuni e delle Regioni d’Europa, in corso in questi giorni a Palazzo Pirelli.

Il Presidente del Consiglio regionale della Lombardia, Federico Romani, che ha aperto la seconda giornata dei lavori dell’AICCRE, ha sottolineato:

Digitalizzazione, rivoluzione verde, mobilità sostenibile, innovazione nel settore salute e gestione dei flussi migratori.

Le sfide che attendono l’Unione europea sono tante e impegnative e per vincerle l’Europa deve essere capace di immaginare una nuova prospettiva partendo dai territori.

Come Adenauer, Schuman e Monnet, credo nella costruzione di un’Europa unita che parta innanzitutto dai territori e dalle Regioni, dove le nostre origini, la nostra cultura e la nostra storia devono essere valorizzate e rilanciate e dove ciascuno deve sentirsi orgoglioso della propria identità.

È questa una delle mission dell’AICRE che può svolgere un ruolo determinante: deve essere un ponte tra i governi locali e le Istituzioni europee.

Deve costruire, potenziare e rilanciare il dialogo e la coesione con l’Unione europea, soprattutto su temi come la programmazione e la sostenibilità.

Gli ‘Stati Uniti d’Europa’ è il tema attorno al quale ruota il Congresso dell’AICCRE.

Ha spiegato Federico Romani:

Più che di Stati uniti d’Europa, oggi vogliamo e dobbiamo parlare innanzitutto ancora dell’Europa delle regioni e dei Comuni, intesi come imprescindibile punto di riferimento per le comunità.

Per immaginare e costruire l’Europa delle regioni paradossalmente abbiamo bisogno di più Europa. Un’Europa costruita però su pragmatismo, concretezza e coesione sociale secondo le caratteristiche del ‘modello Lombardia’.

Guerra, crisi energetica e immigrazione: le grandi crisi possono presentarsi e devono essere viste come un’opportunità per promuovere la cooperazione, raccogliere esperienze e costruire l’Unione europea del futuro.

Più forte e migliore. Per rinnovare la coscienza dell’Europa, prima ancora che le Istituzioni.

Nella mattinata di domani i lavori proseguiranno con alcuni panel tematici.

Nel primo, ‘Storytelling e best practices delle autonomie locali italiane per lo sviluppo sostenibile’, Sindaci e Amministratori locali racconteranno il Sistema Italia.

In programma gli interventi del
Sindaco di Montecchio (TR) Federico Gori, ‘Il turismo nei centri storici e nei borghi dell’Umbria’;
Direttore Gal Val Brembana 2020 Patrizio Musitelli, ‘ClimFoodLand’;
Sindaco di Capaccio – Paestum e Presidente Provincia di Salerno Francesco Alfieri, ‘I patrimoni dell’UNESCO’.

Nel secondo panel, ‘La (R)evoluzione sostenibile dei piccoli borghi’, Giulio Rinaudo, Sindaco di Elva (CN), Domenico Amatruda, Sindaco di Tramonti (SA) e Filippo Gasperi, Sindaco di Gradara (PU), parleranno dei progetti di biodiversità che possono diventare un volano per la green economy.

‘I Sindaci, Ambasciatori in Europa e nel mondo’, il terzo panel, affronterà il tema dei gemellaggi e delle reti di città. Interverranno Marco Cogno, Sindaco di Torre Pellice (TO), Antonio Riviezzi, Sindaco di Broni (PV), Matteo Gozzoli, Sindaco di Cesenatico (FC), Davide Del Re, Sindaco di Cassano delle Murge (BA) e Rita Lambrughi, Sindaco di Uggiate Trevano (CO).

Infine, a conclusione della mattinata, sarà consegnato il Premio Eloge, ‘European Label Of Governance Excellence’, un riconoscimento del Consiglio d’Europa agli Enti locali che hanno raggiunto un livello elevato di Governance.

In Lombardia sono sette i Comuni premiati: Basiglio (MI), Bollate (MI), Bulgarograsso (CO), Corbetta (MI), Nerviano (MI), Paullo (MI) e Voghera (PV).

Nel complesso, sono trentanove i Comuni premiati in Italia:
Abruzzo: Guardiagrele (CH) e Tortoreto (TE)
Basilicata: Tito (PZ)
Calabria: Campo Calabro (RC)
Campania: Bellizzi (SA)
Emilia Romagna: Baiso (RE), Castel Maggiore (BO), Formigine (MO), Marzabotto (BO), Sala Baganza (PR) e Vignola (MO)
Lazio: Valentano (VT)
Liguria: Sant’Olcese (GE)
Marche: Ascoli Piceno, Fano (PU) e Montefano (MC)
Piemonte: Castagnole delle Lanze (AT) e Ozegna (TO)
Sardegna: Palau (SS)
Trentino Alto Adige: Folgaria (TN)
Toscana: Castiglion Fiorentino (AR), Figline e Incisa Valdarno (FI), Grosseto (GR), Sovicille (SI) e Vaiano (PO)
Umbria: Cannara (PG)
Veneto: Costabissara (VI), Dolo (VE), Marcon (VE) e Albignasego (PD)

Il Congresso nazionale si concluderà con l’elezione del nuovo Presidente dell’AICCRE e il rinnovo degli organi statutari.

AICCRE

AICCRE, Associazione italiana per il Consiglio dei Comuni e delle Regioni d’Europa, è stata costituita nel 1952 a Roma, ispirandosi ai principi del Manifesto di Ventotene. È l’unica associazione che riunisce tutti i livelli degli enti territoriali: Regioni, Province, Comuni, Unioni di Comuni e Comunità montane.

In ambito internazionale AICCRE è la sezione italiana del Consiglio dei Comuni delle Regioni d’Europa, CCRE, la più ampia associazione europea di governi locali e regionali provenienti da 40 dei 47 paesi membri del Consiglio d’Europa, compresi tutti gli Stati Membri dell’Unione europea.

AICCRE promuove iniziative per lo sviluppo della cultura europea e per la costruzione della democrazia istituzionale e dell’unità politica dell’Europa in forma federale, sulla base di principi di sussidiarietà e indipendenza.

Print Friendly, PDF & Email