Home Territorio Campania, allerta meteo gialla 10 maggio 2023

Campania, allerta meteo gialla 10 maggio 2023

576
Regione Campania allerta meteo gialla


Download PDF

Possibili temporali improvvisi e intensi, grandine, fulmini e raffiche di vento

Riceviamo e pubblichiamo dall’Ufficio Stampa della Regione Campania.

La Protezione Civile della Regione Campania ha emanato una allerta meteo con criticità idrogeologica di colore Giallo per piogge e temporali valida su tutta la Campania dalle 9:00 di domani mattina, mercoledì 10 maggio alle 9:00 di giovedì 11 maggio.

I fenomeni temporaleschi saranno caratterizzati da incertezza previsionale e rapidità di evoluzione e potrebbero essere intensi nonché accompagnati da grandine, fulmini e raffiche di vento.

Le precipitazioni quindi saranno repentine e intense e potrebbero causare caduta di rami o alberi e danni alle coperture e alle strutture provvisorie.

L’impatto al suolo delle precipitazioni fa prevedere un rischio idrogeologico per temporali di livello Giallo e si segnalano possibili allagamenti di locali interrati e posti al pian terreno, innalzamento dei livelli idrometrici dei corsi d’acqua con inondazioni delle aree limitrofe, ruscellamenti, scorrimento superficiale delle acque nelle sedi stradali e fenomeni di rigurgito dei sistemi di smaltimento delle acque meteoriche con tracimazione e coinvolgimento delle aree urbane depresse.

Si evidenzia anche il rischio di caduta massi e occasionali fenomeni franosi connessi a condizioni idrogeologiche del territorio particolarmente fragili anche per effetto della saturazione dei suoli.

La Protezione Civile della Regione Campania raccomanda ai Sindaci di attivare i COC, Centri operativi comunali, di verificare la corretta ricezione delle comunicazioni da parte della Sala Operativa regionale, di porre in essere tutte le misure di prevenzione e mitigazione dei rischi previsti in linea con i rispettivi piani comunali nonché di monitorare la corretta tenuta del verde pubblico e delle strutture, anche provvisorie, esposte alle sollecitazioni dei venti e delle possibili grandinate.

Print Friendly, PDF & Email