Home Territorio Bivacco: rifugio d’alta montagna intitolato a Messner a San Servolo

Bivacco: rifugio d’alta montagna intitolato a Messner a San Servolo

1208
Bivacco Günther Messner - Foto Andrea Pattaro - Vision


Download PDF

La 58a Biennale d’Arte di Venezia ospiterà le opere originali di sette artisti altoatesini emergenti

Riceviamo e pubblichiamo.

È approdato oggi pomeriggio, 26 aprile,  sull’isola veneziana di San Servolo il bivacco alpino che, su iniziativa dell’Associazione ArtintheAlps, durante la 58a Biennale d’Arte, ospiterà le opere originali di sette artisti altoatesini emergenti.
Reinhold Messner ha generosamente prestato il bivacco intitolato a suo fratello Günther, scomparso tragicamente sul Nanga Parbat nel 1997.

Il viaggio che il bivacco ha compiuto partendo dalle Alpi e passando davanti a Palazzo Ducale, è parte significativa e integrante del progetto artistico.

La nuova collocazione, nella laguna veneta, si trova al centro di una direttrice di transiti, commerci e migrazioni che storicamente ha plasmato la vita di Venezia e il viaggio del Bivacco ribadisce e amplifica il suo significato fortemente emblematico ed evocativo: un rifugio sempre aperto, un luogo di incontro, di interazione e di contaminazione culturale.

Bivacco Günther Messner - Foto Andrea Pattaro - Vision
Bivacco Günther Messner – Foto Andrea Pattaro – Vision

 

Print Friendly, PDF & Email