Home Basilicata Matera Basilicata alla BIT, reso noto bilancio stagione turistica 2022

Basilicata alla BIT, reso noto bilancio stagione turistica 2022

645
La Basilicata alla BIT


Download PDF

Aumentate le presenze straniere che hanno raggiunto in valori assoluti lo stesso numero del 2019

Riceviamo e pubblichiamo.

Il turismo nazionale ed internazionale ha assoluto bisogno di un patrimonio ambientale e paesaggistico unico come quello della Basilicata.

Lo ha detto stamane, 12 febbraio, il Ministro del Turismo Daniela Santanchè durante la visita allo stand lucano alla BIT di Milano dove è stata accolta dal Presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi, dal Direttore generale di APT Basilicata, Antonio Nicoletti, da diversi Sindaci lucani e da alcune delle maschere dei carnevali lucani che stanno animando lo spazio della regione.

Uno stand molto apprezzato dai visitatori che sin dall’apertura della Borsa hanno voluto conoscere da vicino le proposte turistiche della Basilicata raccogliendo informazioni e depliant ai desk allestiti lungo lo stand.

Il momento principale della giornata si è tenuto nel pomeriggio con la conferenza stampa ‘APT Basilicata. Quale futuro per il turismo lucano: tendenze e prospettive per il 2023’ a cui hanno partecipato il Presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi, il Direttore generale di APT, Nicoletti, il Presidente del Consiglio regionale, Carmine Cicala, l’Assessore regionale alle Attività produttive, Alessandro Galella.

Nel corso dell’incontro il Direttore Nicoletti ha illustrato i risultati della passata stagione.

Ha detto Nicoletti:

Nel 2022 abbiamo registrato oltre 745 mila arrivi, + 32 percento rispetto al 2021, e 2 milioni e 300 mila presenze, +23 percento rispetto al 2021, una crescita che si attesta in linea con alcune fra le più importanti destinazioni turistiche italiane.

Da registrare un consistente aumento dei turisti provenienti dall’estero.

Infatti, considerando il valore assoluto nel 2022 il turismo straniero ha raggiunto gli stessi numeri del 2019, quando Matera era Capitale europea della cultura.

È un risultato questo di cui siamo molto orgogliosi se consideriamo che nel 2022 non abbiamo avuto l’anno da capitale.

Si tratta di numeri straordinari che toccano non solo Matera, ma tutta la Basilicata. Ma sono numeri che ci spingono a fare ancora meglio e di più soprattutto per quel che riguarda l’offerta che deve essere migliorata ancora nonostante abbia raggiunto massimi livelli che ci vengono riconosciuti a livello mondiale.

Ha detto Galella:

La Basilicata avrà un 2023 strepitoso puntando non solo sugli asset tradizionali e sui grandi attrattori, ma anche su grandi eventi sportivi che il Dipartimento alle Attività produttive sosterrà, dalle gare di Rally e Off – shore fino al passaggio delle frecce tricolori.

Ha detto Cicala:

Come Presidente della Commissione Lucani nel mondo crediamo molto nel turismo delle origini su cui sia attraverso linee specifiche del PNRR, sia attraverso l’azione del ministero degli Affari esteri, sia attraverso l’APT Basilicata si sta molto lavorando.

Attraverso questa sinergia la Basilicata diventerà sempre di più regione pilota in questo settore.

Ha commentato il Presidente Bardi:

Più di tre anni fa durante la prima riunione con l’allora neo insediato direttore dell’APT Antonio Nicoletti, avevo chiesto di lavorare ad un nuovo posizionamento del brand Basilicata: da come veniamo percepiti all’esterno dipende molto del nostro futuro.

È su questa scia che ci siamo mossi, ed è lungo questo tracciato che andiamo incontro ai prossimi mesi.

Parlavo di progetti, infatti: le risorse disponibili nel programma ‘Basilicata tutto l’anno’, finanziato dal FSC regionale, ci consentiranno di rafforzare la presenza sui mercati esteri con un programma di investimento di 1,5 milioni di euro; ci consentiranno di dotarci, dopo ben quattordici anni, di un nuovo piano turistico regionale grazie a una dotazione di 300 mila euro; ci consentiranno di lavorare a un nuovo brand che faccia tesoro delle iniziative di questi anni – sull’ambiente, sull’innovazione, sull’ampliamento delle fasce di pubblico – e che ci possa traghettare verso il futuro del turismo lucano.

Non cose che “faremo” ma cose che stiamo già “facendo” e di cui stiamo già raccogliendo i primi risultati, se un marchio leader internazionale come Vogue ci inserisce, come “Basilicata”, tra le 12 novità del turismo mondiale di quest’anno.

È con questo messaggio di concretezza e di sostegno rivolto agli operatori, che auguro a tutti voi una proficua Borsa Internazionale del Turismo, e un radioso 2023 per la Basilicata Turistica.

Dati statistici Nicoletti

Print Friendly, PDF & Email