Home Territorio Estero Algeria: oppositrice Bouraoui rapita in Tunisia

Algeria: oppositrice Bouraoui rapita in Tunisia

546


Download PDF

Per essere riportata nel suo Paese

L’oppositrice algerina, Amira Bouraoui, una delle più note e impegnate attiviste e attiviste a favore del cambiamento democratico in Algeria, è stata arrestata dalle autorità tunisine all’aeroporto internazionale di Tunisi – Cartagine.

È stata fermata, venerdì 3 febbraio, mentre si apprestava a lasciare il territorio tunisino per raggiungere la Francia. Il sito “Algérie Part” ha potuto confermare la notizia.

La donna, detenuta provvisoriamente, è stata successivamente rilasciata lunedì 6 febbraio in regime di libertà provvisoria. Era in attesa di comparire davanti ad un tribunale tunisino per fatti connessi al reato di ingresso illegale in territorio tunisino, visto che, all’ex leader del movimento di opposizione Barakat del 2014, è stato “vietato di uscire dal territorio algerino”.

Tuttavia, secondo diverse fonti concordanti contattate da “Algérie Part”, non appena Bouraoui è stata rilasciata sulla parola dalle autorità tunisine, agenti in borghese hanno orchestrato il suo rapimento per le strade della capitale tunisina. Lo scopo era di portarla in una destinazione che rimane sconosciuta fino a ora.

Chi è vicino all’opposizione algerina teme il peggio e cerca disperatamente qualsiasi informazione che possa indicare dove si trovi la donna. Le autorità tunisine non hanno ancora commentato il sequestro e nessuna informazione è ancora filtrata sull’identità dei rapitori di Bouraoui.

La donna non è oggetto di alcuna condanna giudiziale in Tunisia, in quanto non è stata nemmeno ancora processata e ufficialmente non è oggetto di alcun mandato di cattura emesso nei suoi confronti dalle autorità algerine.

Si segnala, infine, che diverse fonti hanno riferito che le autorità tunisine si apprestano a predisporre la sua estradizione in Algeria su espressa richiesta delle autorità algerine.

Print Friendly, PDF & Email

Autore Redazione Arabia Felix

Arabia Felix raccoglie le notizie di rilievo e di carattere politico e istituzionale e di sicurezza provenienti dal mondo arabo e dal Medio Oriente in generale, partendo dal Marocco arrivando ai Paesi del Golfo, con particolare riferimento alla regione della penisola arabica, che una volta veniva chiamata dai romani Arabia Felix e che oggi, invece, è teatro di guerra. La fonte delle notizie sono i media locali in lingua araba per dire quello che i media italiani non dicono.