Home Territorio Estero Yemen: SDRPY firma contratto per gestione ospedale Aden

Yemen: SDRPY firma contratto per gestione ospedale Aden

313


Download PDF

Al-Alimi elogia il sostegno saudita al popolo yemenita

Il Programma saudita per lo sviluppo e la ricostruzione dello Yemen, SDRPY, ha annunciato la firma di un contratto per il funzionamento e la gestione dell’Aden General Hospital, per un costo di 330 milioni e 500mila riyal sauditi.

L’iniziativa è stata elogiata dal Presidente yemenita, Rashad Al-Alimi, come un’ulteriore prova del sostegno costante e generoso al suo Paese da parte dell’Arabia Saudita.

Il programma saudita spiega che le attività del nosocomio inizieranno entro 90 giorni dopo il completamento dei preparativi del personale medico, i test delle attrezzature ospedaliere e l’arrivo di medicinali e forniture mediche.

Si prevede che ne beneficeranno circa 438.000 pazienti provenienti dai vari distretti e governatorati adiacenti al Governatorato di Aden, nello Yemen meridionale.

Il capo del Consiglio presidenziale yemenita, Rashad Al-Alimi, in un tweet, ha espresso la sua profonda gratitudine alla leadership saudita per il continuo sostegno in vari campi. Ha sottolineato che l’ospedale fornirà servizi medici a più di mezzo milione di persone all’anno, secondo i migliori standard adottati in questo campo.

Ha spiegato, infine, che il progetto avrà un buon impatto sul livello dei servizi medici forniti ai cittadini nella capitale temporanea, Aden, e nei governatorati limitrofi, sostenendo 14 cliniche e centri cardiaci con una capacità di 270 posti letto, nell’ambito di un pacchetto più ampio di progetti vitali attesi.

Il Presidente Al-Alimi ha espresso profonda gratitudine ai fratelli del Regno dell’Arabia Saudita, guidati dal Re e dal Principe ereditario e al Programma saudita per lo sviluppo e la ricostruzione dello Yemen.

Print Friendly, PDF & Email

Autore Redazione Arabia Felix

Arabia Felix raccoglie le notizie di rilievo e di carattere politico e istituzionale e di sicurezza provenienti dal mondo arabo e dal Medio Oriente in generale, partendo dal Marocco arrivando ai Paesi del Golfo, con particolare riferimento alla regione della penisola arabica, che una volta veniva chiamata dai romani Arabia Felix e che oggi, invece, è teatro di guerra. La fonte delle notizie sono i media locali in lingua araba per dire quello che i media italiani non dicono.