Home Territorio Estero Yemen: piano Houthi per il controllo del settore immobiliare

Yemen: piano Houthi per il controllo del settore immobiliare

332
Sanaa


Download PDF

I ribelli vogliono controllare anche l’intermediazione immobiliare con un progetto di regolamento per l’organizzazione della professione degli agenti immobiliari

I ribelli Houthi dello Yemen hanno un piano per avere il controllo dell’intero settore immobiliare e, in particolare, delle agenzie immobiliari e di tutte le attività legate alla professione di intermediazione e vendita di terreni e immobili nelle aree da loro controllate.

I media locali riferiscono che l’Autorità generale per le terre della milizia Houthi sta preparando un progetto per la regolamentazione della professione degli agenti immobiliari, con la scusa di disciplinare l’attività di questa professione da ogni parte, secondo quanto riporta l’agenzia di stampa locale “Khabar“.

Il piano Houthi prevede di porre restrizioni all’attività degli uffici immobiliari, compreso il non poter intermediare per alcun bene immobiliare prima di informare il supervisore Houthi della propria zona, oltre all’imposizione di una percentuale sulle operazioni di compravendita. Sarà inoltre obbligatorio ottenere l’abilitazione all’esercizio della professione da parte degli uffici del settore dell’autorità fondiaria della milizia filo iraniana.

Questa mossa Houthi arriva dopo le decisioni di isolare i notai e nominare dei sostituti a loro leali al fine di controllare le vendite, gli acquisti e la documentazione e per facilitare il processo di sequestro di terreni e di proprietà dei cittadini. La milizia Houthi aveva arrestato più di 1.200 notai della capitale, Sana’a, di Dhamar e Amran, e li aveva messi in prigione negli ultimi sei mesi. In tutte le aree sotto il suo controllo, la milizia ha imposto restrizioni alla vendita di beni immobili e terreni, monopolizzando il processo di acquisto e vendita come intermediario.

Print Friendly, PDF & Email

Autore Redazione Arabia Felix

Arabia Felix raccoglie le notizie di rilievo e di carattere politico e istituzionale e di sicurezza provenienti dal mondo arabo e dal Medio Oriente in generale, partendo dal Marocco arrivando ai Paesi del Golfo, con particolare riferimento alla regione della penisola arabica, che una volta veniva chiamata dai romani Arabia Felix e che oggi, invece, è teatro di guerra. La fonte delle notizie sono i media locali in lingua araba per dire quello che i media italiani non dicono.