Home Lombardia Regione Lombardia Violenza sulle donne, la condanna del Consiglio regionale Lombardia

Violenza sulle donne, la condanna del Consiglio regionale Lombardia

156
Violenza sulle donne


Download PDF

Fermi: ‘Dobbiamo continuare a fare luce sulle cause e i motivi di violenza e tenere alta l’attenzione’

Riceviamo e pubblichiamo dall’Ufficio Stampa del Consiglio regionale della Lombardia.

Carol, Maria, Giada, Romina, Fabiola, Giulia, Stefania, Miranda, Lucia, Carmela, Valentina, Maria, Rossana e Dolores Fernanda. Quattordici nomi e quattordici storie. Sono le quattordici donne uccise dall’inizio dell’anno in Lombardia.

Le loro storie spezzate e i loro nomi sono forse il monito più forte per tenere alta l’attenzione sul fenomeno della violenza sulle donne.

Così il Presidente del Consiglio regionale Alessandro Fermi è intervenuto all’inizio della seduta di oggi, 22 novembre, in occasione della cerimonia istituzionale dedicata alla Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, giornata che ricorre il prossimo 25 novembre.

Ha proseguito Alessandro Fermi:

Nel nostro Paese tra il 1° gennaio e il 20 novembre di quest’anno si sono registrati 88 casi di donne uccise in ambito familiare, di queste 52 hanno trovato la morte per mano del partner o ex partner.

Le donne muoiono uccise dai loro compagni, dai loro mariti, da vicini, colleghi e amici. Abbiamo fatto molti passi avanti, ma evidentemente non sono ancora sufficienti. Troppe donne sono lasciate sole, alle prese con il loro incubo di violenza, anche psicologica, causato da compagni che fanno spesso leva su condizioni di bisogno.

Dobbiamo continuare a fare luce su questo lato oscuro che è parte delle nostre comunità per comprendere il fenomeno della violenza, con l’impegno a migliorare gli strumenti di aiuto, come i Centri di ascolto.

Nel corso della cerimonia sono intervenuti anche il Presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana e l’Assessore alla Famiglia, Solidarietà sociale, Disabilità e Pari Opportunità Elena Lucchini.

Il momento dedicato al fenomeno della violenza sulle donne è stato anticipato da un minuto di silenzio per la scomparsa di Roberto Maroni, avvenuta questa notte.

La commemorazione ufficiale dell’ex Presidente di Regione Lombardia si svolgerà nella prossima seduta di Consiglio regionale, in programma martedì 29 novembre.

Print Friendly, PDF & Email