Home Territorio Villa di Donato inaugura la nuova stagione 2023/2024

Villa di Donato inaugura la nuova stagione 2023/2024

531
Villa di Donato


Download PDF

44 appuntamenti in 37 settimane di programmazione

Riceviamo e pubblichiamo.

Villa di Donato a Napoli riapre al grande pubblico e inaugura la nuova stagione 2023/2024.

In 37 settimane di programmazione, fino a sabato 8 giugno 2024, nella dimora storica della cinquecentesca piazza Sant’Eframo Vecchio si alterneranno in totale 44 appuntamenti, con generi e offerte per fasce di pubblico eterogenee per età, gusti, interessi.

Le parole d’ordine per quest’anno sono: accessibilità, inclusione, intersezione di contenuti e di generi, grande attenzione ai giovani.

Quasi tutti gli spettacoli sono stati concepiti come atti unici, senza intervallo, e di una durata variabile, di circa un’ora, secondo i più recenti indici di gradimento internazionali.

Ad aprire la stagione è Massimo Andrei che inaugura un nuovo fil rouge per la rassegna dedicata al teatro di parola ‘L’arte di raccontare, cunti, favole e altre storie…’, con lo spettacolo ‘Il fuoco nella fossa, io conto, tu canti e canta pur’essa’ di cui è autore e attore, e con Eduarda Iscaro, voce e fisarmonica, e Melania Pellino.

Massimo Andrei, esponente della scuola napoletana e professionista amato, scrittore, attore, affabulatore, riconosciuto a livello nazionale con diversi premi, è stato già applaudito in Villa pochi mesi fa, nella rassegna ‘Voci per Pasolini’.

Per ‘L’arte di raccontare, cunti, favole e altre storie…’ sono in programma altri sette appuntamenti, mentre una Lectio Concertata e otto concerti saranno realizzati all’interno del progetto speciale ‘No border Jazz’.

Tredici, inoltre, gli spettacoli per ‘A-solo o in compagnia? I lunedì della Classica’, la rassegna curata da David Romano, e tre per ‘La Musica Ha Trovato Casa (sottotitolo DUETS)’ di Brunello Canessa.

Quest’ultimo curerà anche la II edizione di Villa di Donato ‘Next Generation’, in quattro spettacoli.

E, ancora, sono quattro gli appuntamenti all’interno del Teatro Canzone, rassegna curata da Giacomo Casaula, e due le serate speciali. Non mancherà la Festa di carnevale.

Previsti, anche eventi ad ingresso gratuito, fino ad esaurimento posti disponibili, tra cui una Lectio Concertata per presentare la rassegna ‘No border Jazz’ e una serata dedicata al ricordo di Mauro Giancaspro.

Fuori dal calendario, poi, le aperture straordinarie per ‘PianoCity‘, 13 e 15 ottobre, il FAI, l’ADSI, l’Associazione Dimore Storiche Italiane, e tanti fuori programma.

Molte le proposte sotto forma di Lectio Concertata, o guide all’ascolto, o momenti per agevolare la fruizione di testi di teatro, con Discussant, per offrire chiavi di lettura e uno sguardo sul processo creativo.

Ed ancora sessioni di musica d’insieme e di laboratorio, con i ragazzi di Villa di Donato, VdD, ‘Next Generation’, giunta alla seconda edizione, e con i giovani cameristi di Avos Project.

Previste formule di abbonamento per ogni rassegna e numerose le agevolazioni per gli under25.

Le serate sono come sempre all’insegna di un’accoglienza informale e dell’amicizia.

Con la nuova programmazione, la storica dimora napoletana raggiunge i nove anni di regolare apertura al pubblico, ad esclusione del periodo della pandemia, sede di spettacoli a cadenza settimanale dal 2015 ad oggi.

Da quest’anno, inoltre, la Villa diventa ancora più vicina alla Città, con nuove iniziative che mirano a rendere il borgo di Sant’Eframo più raggiungibile e un polmone sempre più attivo e connesso ad istituzioni e luoghi più noti.

Print Friendly, PDF & Email