Home Cronaca Viale della Liberazione a Bagnoli, parcheggio in funzione dal 2

Viale della Liberazione a Bagnoli, parcheggio in funzione dal 2

2100
Comune di Napoli


Download PDF

Nodo di interscambio integrato, tra veicoli privati, bus e metro, linea 2

Riceviamo e pubblichiamo dall’Ufficio Stampa del Comune di Napoli.

Lunedì 2 maggio entra in funzione il parcheggio di viale della Liberazione a Bagnoli, realizzato in prossimità della stazione Bagnoli-Agnano della linea M2 (Pozzuoli-San Giovanni) e del complesso dell’ex Comando N.A.T.O. in Viale della Liberazione. Il costo dell’intervento ammonta a circa sette milioni di euro, totalmente finanziati dal Comune di Napoli.
Per pubblicizzare l’entrata in esercizio del parcheggio di viale della Liberazione, la sosta sarà gratuita per i primi 7 giorni dopo l’apertura di lunedì 2 maggio. Successivamente saranno definite le tariffe agevolate degli abbonamenti per la sosta di interscambio e per i residenti nell’area.

Il parcheggio, che ospiterà fino a 330 auto e oltre 100 moto, è totalmente interrato, si sviluppa per circa 10.000 mq. distribuiti su tre livelli collegati da vani scala antincendio e da ascensori oleodinamici. È accessibile da viale della Liberazione, dal quartiere di Bagnoli e ha un collegamento pedonale diretto con la stazione della linea 2 della metropolitana.

Circa 1.000 mq. del livello di copertura del parcheggio, accessibile da viale della Liberazione, sono destinati allo stazionamento dei bus della ANM che servono la Municipalità Bagnoli-Fuorigrotta.
Si tratta di un nodo di interscambio integrato, tra i veicoli privati, i bus e la linea 2 della metropolitana, fondamentale per intercettare i flussi provenienti dalla zona occidentale dell’area metropolitana, oltre che dai quartieri Bagnoli e Fuorigrotta, e diretti al centro della città.

Contemporaneamente, all’estremo opposto della linea M2, in corrispondenza della stazione San Giovanni-Università, Rete Ferroviaria Italiana, RFI, ha in corso le verifiche tecniche e amministrative necessarie all’apertura al pubblico di un altro nodo di interscambio di circa 500 posti auto.

Print Friendly, PDF & Email