Home Toscana Regione Toscana Toscana rappresenta Regioni a Comitato attrazione investimenti esteri

Toscana rappresenta Regioni a Comitato attrazione investimenti esteri

256
Invest in Tuscany


Download PDF

Il Comitato coordina politiche per attrarre investimenti esteri e progetti di investimento particolarmente significativi

Riceviamo e pubblichiamo da Agenzia Toscana Notizie.

Sarà la Toscana a rappresentare le Regioni italiane all’interno del Comitato interministeriale per l’attrazione degli investimenti esteri che si è insediato ieri 15 gennaio presso il Ministero dello sviluppo economico.

Il Comitato, avviato nella precedente legislatura, è stato rinominato dal nuovo Governo per rispondere all’esigenza di coordinare sia le politiche per l’attrazione degli investimenti esteri, sia il supporto a progetti di investimento particolarmente significativi.

Composto da un rappresentante del Ministero dell’economia e finanze, da un rappresentante del Ministero degli affari esteri e della cooperazione internazionale, da un rappresentante del Ministero per la semplificazione e la pubblica amministrazione ed infine da un rappresentante designato dalla Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome, il Comitato è presieduto dal Sottosegretario Michele Geraci.

Fra i suoi compiti il monitoraggio delle tendenze internazionali in tema di investimenti esteri ed attrattività del sistema Italia, elaborare proposte legislative, fiscali, promozionali per rendere più efficace l’azione di attrazione degli investimenti, favorire sinergie tra Ministeri, enti pubblici, Regioni, raccordando procedure amministrative e autorizzative.

La seduta del Comitato ha consentito di fare il punto sul posizionamento dell’Italia nelle principali ricerche comparative sull’attrattività dei sistemi paese, sulle iniziative promozionali in corso, sulle modalità di collaborazione con le Regioni, sulle criticità riguardanti alcuni investimenti in corso da cui sono attesi impatti significativi in termini di sviluppo produttivo e creazione di posti di lavoro.

La Toscana, prima Regione ad aver formalizzato accordi di collaborazione con i Ministeri e Agenzia ICE, nei mesi scorsi ha collaborato con le altre Regioni e la Conferenza delle Regione e Province autonome per strutturare la capacità di promozione e presa in carico di investimenti esteri nei rispettivi territori: questo lavoro è stato riportato al Comitato attrazione investimenti esteri per avviare una maggiore condivisione di buone pratiche ed esperienze di consolidamento delle attività estere in Italia.

In questa prospettiva, a fine 2018, le Regioni italiane in sede di Conferenza delle Regioni e Province autonome l’hanno indicata quale rappresentante regionale presso il Comitato attrazione investimenti, votando il candidato proposto dal Presidente della Toscana Enrico Rossi, poi ratificato dalla Presidenza del Consiglio, ovvero il Responsabile della segreteria della Presidenza Paolo Tedeschi, che in Toscana coordina, appunto, le politiche per l’attrazione degli investimenti.

La Toscana è stata, una delle prime istituzioni regionali a dotarsi, dal 2010, di un ufficio, ‘Invest in Tuscany’, e di una strategia regionale per il mantenimento e l’attrazione di investimenti italiani ed esteri.

Nel 2015 l’ufficio presso la Presidenza è stato consolidato con nuove professionalità trasversali e specifiche.

Da allora la Regione ha finalizzato 10 accordi di programma e 50 protocolli di intesa con investitori extra-regionali.

Dopo 9 anni la Toscana è al terzo posto per capacità di attrazione di investimenti dopo Lombardia e Lazio, conseguendo diversi riconoscimenti, tra cui quelli del Financial Times.

Il prossimo 18 gennaio il Presidente Rossi firmerà con la Vicepresidente di Confindustria Licia Mattioli un protocollo d’intesa tra Regione Toscana e l’Advisory board investitori esteri di Confindustria per il consolidamento e l’attrazione degli investimenti esteri in Toscana.

Print Friendly, PDF & Email