Home Toscana Regione Toscana Toscana, Ass. Ceccarelli su adeguamento Prato-Bologna, Ceccarelli

Toscana, Ass. Ceccarelli su adeguamento Prato-Bologna, Ceccarelli

490


Download PDF

‘Da noi nessun veto su lavori notturni’

Riceviamo e pubblichiamo da Agenzia Toscana Notizie.

I lavori per l’allargamento delle gallerie sulla linea Prato-Bologna e per la riqualificazione complessiva della linea sono per noi di grande importanza e per questo abbiamo lavorato per mesi con l’Emilia Romagna e RFI, ricercando una soluzione che consentisse di realizzare i lavori in tempi celeri, limitando al minimo i disagi per la nostra utenza.

Di fronte alla prospettiva di un rinvio dei lavori, la proposta di effettuarli nelle ore notturne rappresenta il ritorno alla prima soluzione che era stata avanzata dalle regioni anche se siamo consapevoli che questa eventualità comporterà un allungamento dei tempi per il completamento dell’intervento.

Così l’assessore alle infrastrutture della Regione Toscana Vincenzo Ceccarelli chiarisce la sua posizione nel dibattito sulla riqualificazione della linea ferroviaria appenninica.

Aggiunge Ceccarelli:

Stiamo attendendo da RFI notizie certe circa l’inizio dei lavori sulla Prato-Bologna. Chiediamo sia fatta piena chiarezza sui tempi di esecuzione e sulle modalità, visto che a questo punto verrà meno il percorso di lavoro che aveva portato a definire il protocollo d’intesa sottoscritto con RFI e Regione Emilia-Romagna e successivamente integrato con l’Addendum condiviso con gli enti territoriali.

I lavori di adeguamento della Prato-Bologna sono essenziali per il trasferimento delle merci dalla gomma alla rotaia e per il collegamento della piattaforma logistica Toscana con l’Europa. Proprio nei giorni scorsi ho avuto un incontro con i vertici dell’Interporto di Prato che chiedevano informazioni e sollecitavano la realizzazione di questi lavori fondamentali per lo sviluppo dei traffici legati all’attività; della struttura.

Per quanto riguarda il traffico passeggeri nell’accordo erano state individuate le soluzioni meno impattanti. I lavori notturni in apparenza potrebbero sembrare risolutivi per gli utenti, ma in realtà ci saranno comunque impatti sul servizio e per periodi certamente più lunghi di quelli fino ad ora ipotizzati che dobbiamo comunque cercare di minimizzare e di gestire.

Per questo è bene che sia costituito, così come previsto nell’accordo, un Osservatorio sui lavori, del quale dovranno far parte anche i rappresentanti del territorio e sia mantenuta tutta la parte di riqualificazione legata al trasporto passeggeri.

Print Friendly, PDF & Email