Home Territorio Solidarietà: sold out alla Magnalonga di Rubiera (RE)

Solidarietà: sold out alla Magnalonga di Rubiera (RE)

1030
Magnalonga-450


Download PDF

Registrato il pienone alla manifestazione di solidarietà organizzata da AVIS – AIDO Rubiera, con il patrocinio del Comune di Rubiera

Si è registrato il sold out alla Magnalonga di Rubiera, la passeggiata enogastronomica non competitiva, organizzata da AVIS – AIDO Rubiera, con il patrocinio del Comune di Rubiera (RE) nella giornata del 29 maggio.

In poche ore, infatti, sono stati venduti tutti i 200 posti disponibili per prenotare la degustazione da effettuare alle varie tappe del percorso, che ha toccato tutti i punti più importanti del comune di Rubiera.

La manifestazione si è poi conclusa con una colour explosion nel pomeriggio che ha visto la partecipazione di numerosi bambini e di famiglie anche non iscritte alla passeggiata.

Si è trattata di un’iniziativa a scopo benefico il cui ricavato andrà all’associazione DIN DOWN, operante su Rubiera, che ha lo scopo di tutelare le persone disabili, per poter facilitare loro la socializzazione e l’inclusione.

Secondo quanto ha spiegato Daniela Aramu, tra gli organizzatori dell’evento:

È straordinario il fatto che associazioni di volontariato si contaminino reciprocamente, con l’unico fine di mettere in campo una fattiva collaborazione che possa portare benefici alla collettività. Alla manifestazione principale si sono affiancate attività secondarie (intrattenimento musicale, spettacoli di danza e color explosion) proprio per rendere l’evento maggiormente inclusivo per i ragazzi di Din Down.

Print Friendly, PDF & Email

Autore Redazione Arabia Felix

Arabia Felix raccoglie le notizie di rilievo e di carattere politico e istituzionale e di sicurezza provenienti dal mondo arabo e dal Medio Oriente in generale, partendo dal Marocco arrivando ai Paesi del Golfo, con particolare riferimento alla regione della penisola arabica, che una volta veniva chiamata dai romani Arabia Felix e che oggi, invece, è teatro di guerra. La fonte delle notizie sono i media locali in lingua araba per dire quello che i media italiani non dicono.