Home Territorio Prime medaglie e record ai campionati nazionali CSI di Atletica

Prime medaglie e record ai campionati nazionali CSI di Atletica

1219
CSI di Atletica


Download PDF

193 in totale i podi messi in palio nelle varie specialità nell’impianto ai piedi della Pietra di Bismantova

Riceviamo e pubblichiamo.

Dopo l’accensione del tripode questa mattina si è aperto subito con una prestazione da record il 24° Campionato nazionale del CSI di Atletica Leggera su pista, in corso di svolgimento presso lo Stadio di Castelnovo ne’ Monti, nell’appennino reggiano, ai piedi della celebre Pietra di Bismantova.

Il record nella prima delle 200 gare in programma, arriva nei 2000 m cadette, lo realizza un’atleta di casa, la reggiana Sofia Ferrari, della Pol. Arena, crono fermato sui 6,44, migliorando di undici secondi in meno il precedente primato.

Subito dopo la bella e piena cerimonia di apertura, con ampi sorrisi e molta soddisfazione sulla finish line arrivano le prime medaglie del meeting, scaldate da un bel sole di montagna dal lungo esordienti con la piccola Emma Venturi, Polisportiva Arena, che salta ai 4,27 e con la toscana Stella Pastine, Officina del Borgo, miglior tempo mattutino nei 1000 Ragazze.

A premiare i primi campioni nazionali CSI con l’oro e la canotta tricolore arancioblu, due numeri uno – quali il Presidente nazionale del Centro Sportivo Italiano, Vittorio Bosio, ed il sindaco di Castelnovo ne’ Monti, Enrico Bini – con loro anche la consigliera comunale e provinciale, Erica Spadaccini.

I complimenti e gli abbracci fra compagni di squadra e tra avversari di giornata, il peso, il giavellotto, le rincorse nella pedana dell’alto ed i blocchi dei 100 metri con le prime serie di finale, hanno quindi arricchito ed insaporito la prima giornata di gare.

Tutti applauditissimi dalle tribune gli sprint sul rettilineo d’onore nella gara regina degli sport, ma più di tutti quello percorso in 34 secondi! da Maria Luisa Spinetta, la nonnina di casa, dell’Atletica Castelnovo ne’ Monti, capelli argentei e passi rapidi ad accompagnare i suoi 85 anni, chissà quanti trascorsi sul tartan di questo stadio appenninico.

Un grandissimo esempio di costanza ed impegno nello sport per i tantissimi giovani presenti in Emilia Romagna.

Con ben 139 tecnici accompagnatori accreditati in campo, sono 1413 gli atleti arrivati a queste finali nazionali – realizzate con il sostegno di Apt servizi Emilia-Romagna nell’ambito del progetto Sport Regione.

Domani ancora 108 specialità previste nelle pedane e nelle corsie tricolori: tra salti, lungo, alto, lanci, vortex, peso, disco, giavellotto, e corse, sprint, mezzofondo, fondo.

In programma anche gli ostacoli per le categorie giovanili, cadetti e ragazzi, e le staffette, in notturna di sabato le due 4×100, giovanile e assoluta. Domenica mattina la staffetta svedese giovanile e la 4×400 assoluta, passeranno idealmente il testimone domenica 11 settembre alla Santa Messa celebrata dall’assistente ecclesiastico nazionale del CSI, don Alessio Albertini, sportivamente come tradizione ciessina all’interno dell’impianto di gara.

Le categorie più popolate in queste finali reggiane sono ovviamente quelle giovanili: ben 339 al via nei ragazzi/e, 186 maschi, 153 femmine, e ancora 287 i cadetti/e, 159 ragazzi e 128 ragazze.

Da regolamento verranno stilate le classifiche generali di società sia per le categorie giovanili, esordienti, ragazzi e cadetti, sia per le categorie assolute, Allievi – Juniores – Seniores – Amatori – Veterani, utilizzando i migliori risultati per società conseguiti tra tutte le gare delle varie specialità.

Tutte le gare del 24° Campionato Nazionale CSI di atletica leggera sono trasmesse in diretta streaming sul canale YouTube del Centro Sportivo Italiano.

Print Friendly, PDF & Email