Home Toscana Regione Toscana Pelletteria, crescono le assunzioni in provincia di Firenze

Pelletteria, crescono le assunzioni in provincia di Firenze

598
pelletteria


Download PDF

Dati diffusi nel corso della giornata contro il mismatch organizzata da ARTI, Regione in collaborazione con la Fondazione ITS MITA

Riceviamo e pubblichiamo da Agenzia Toscana Notizie.

Settore moda – pelletteria, i dati parlano di una grande dinamicità della filiera di Scandicci: 10.305 assunzioni nel settore pelletteria in provincia di Firenze nel 2022, crescita del 38% rispetto al 2021 per il solo distretto di Scandicci.

Sono i dati diffusi dal Centro per l’impiego di Firenze ed emersi nell’evento organizzato ieri, 19 aprile, a Scandicci (FI), al Castello dell’Acciaiolo, da Regione Toscana, Agenzia regionale toscana per l’impiego, ARTI, e Fondazione ITS MITA, Made in Italy Tuscany Academy.

Il distretto fiorentino della moda e della pelletteria corre e spinge la ripresa del comparto, portando gli indicatori ai livelli pre-Covid. Tante le opportunità del settore, tanti i fabbisogni di personale da parte delle aziende della filiera.

Nel corso della sessione mattutina dell’evento, interventi da parte di ITS MITA con la Direttrice Antonella Vitiello e il Presidente Massimiliano Guerrini. Ha partecipato anche Alberto Pirillo manager di Fendi.

Saluti da parte del Sindaco di Scandicci Sandro Fallani e di Diye Ndiaye, Assessore alla formazione professionale del Comune di Scandicci.

Monica Becattelli, dirigente settore servizi per il lavoro di Firenze e Prato di Arti, ha illustrato gli strumenti offerti da GOL, il programma di riforma delle politiche attive del lavoro inserito nel PNRR.

Spiega Becattelli:

Le opportunità dei percorsi di formazione del programma GOL consentono di formare i profili per rispondere ai fabbisogni delle imprese per i corsi di reskilling, riqualificazione delle competenze, parliamo di 20 corsi da attivare in Città metropolitana di Firenze, mentre per upskilling, aggiornamento delle competenze, sono previsti 16 corsi sempre nella Città metropolitana di Firenze.

La dinamicità del mercato del lavoro nel settore pelletteria dal 1° gennaio al 31 dicembre 2022 parla di un flusso di 10305 assunzioni nel territorio provinciale di Firenze, +27% per la Città metropolitana a confronto con il 2021,+38% di crescita per il distretto di Scandicci rispetto al 2021.

Gli avviamenti rappresentano un dato di rilievo, al 50% si tratta di assunzioni di donne.

Continua Becattelli:

Sottolineo la qualità dei contratti stabili per i lavoratori. Le assunzioni nel 2022 sono per il 60% a tempo indeterminato nel settore pelletteria nell’area fiorentina, al 33% a tempo determinato, al 7% in apprendistato.

Una prospettiva che invoglia i candidati a proporsi per i ruoli e le figure specialistiche vacanti nella filiera.

Secondo l’Assessora regionale a istruzione, formazione e lavoro Alessandra Nardini, intervenuta nel corso della giornata:

Nel 2022 la Toscana si è confermata la prima regione italiana per esportazioni di pelletteria e le aziende che insistono sul nostro territorio sono ai vertici nazionali della produzione e dell’export del Made in Italy.

È fondamentale continuare ad investire e potenziare il nostro impegno, sia per creare e consolidare le condizioni della presenza delle imprese in Toscana, sia per formare le necessarie figure professionali e favorire così occupazione.

Per questo sono fondamentali le risorse e le misure del nuovo Patto per il Lavoro, concertato con le parti sociali, quelle del nuovo programma di politiche attive del lavoro GOL, finanziato con il PNRR e la nuova programmazione del Fondo Sociale Europeo 2021 – 2027.

Il nostro obiettivo prioritario resta sempre uno: il lavoro. Lavoro stabile, sicuro e di qualità.

Nel pomeriggio di ieri 147 partecipanti hanno affrontato le selezioni del “recruitment day” per il settore pelletteria, i candidati sono stati selezionati dalle offerte pubblicate sul Portale Toscana Lavoro e tramite gli “open day” organizzati nei Centri per l’Impiego di Firenze e Prato.

Cinque le aziende che hanno partecipato alle selezioni nel pomeriggio, tutte di importanti gruppi radicati con centri di produzione sul territorio toscano.

Tra queste Triple Due Srl, la cui addetta Danila Battafarano ha lodato l’iniziativa svoltasi ieri.

Prosegue Battafarano:

È andata molto bene, grazie al lavoro di ARTI e dei Centri Impiego di Firenze e Prato.

Parlare in maniera diretta con i candidati equivale ad entrare nelle loro vite ed è sempre un confronto stimolante e decisivo, ci fa capire l’importanza del nostro lavoro di selezionatori al servizio delle risorse umane.

Print Friendly, PDF & Email