Home Territorio Ottaviano, secondo consiglio comunale. Accesa seduta sulle questioni della viabilità e urbanistica.

Ottaviano, secondo consiglio comunale. Accesa seduta sulle questioni della viabilità e urbanistica.

1185


Download PDF
Comune di Ottaviano
Comune di Ottaviano

Viabilità e piano urbanistico comunale: questi i temi che vanno quanto prima affrontati e risolti. L’opposizione insiste sull’urgenza di intervenire in modo efficace e tempestivo. Il primo cittadino attribuisce le responsabilità alla precedente amministrazione: senza dubbio è impensabile che in soli due mesi la nuova amministrazione possa  consegnare ai cittadini un paese privo di problemi.

È stato un consiglio comunale pieno di tensione e di polemiche quello che si è svolto ieri 5 agosto ad Ottaviano. Dopo i rituali auguri del primo consiglio, si entra così nel vivo del confronto politico.

Ad inaugurare e ad animare subito la serata è stato il consigliere della maggioranza Giorgio Marigliano, che si è puntualmente difeso da accuse mosse dall’organo di stampa locale Metropolis in merito a un presunto abusivismo edilizio e al furto di energia elettrica: fatti ai quali il consigliere si dichiara completamente estraneo. Marigliano aveva già pubblicato in questi giorni sulla sua pagina Facebook una copia della querela per diffamazione verso la giornalista del Metropolis, Giovanna Salvati, ribadendo che «non è corretto che venga inflitta una gogna mediatica attraverso parole partorite da una mente fantasiosa». Certo risulta alquanto strano e improbabile, come lo stesso consigliere ha osservato, che le forze dell’ordine abbiano potuto rivelare alla stampa notizie coperte dal segreto istruttorio e senza autorizzazione da parte del Pubblico Ministero. «Intanto – ha tuonato Marigliano – la valutazione dell’operato della giornalista e degli articolisti che hanno collaborato è stata affidata alla magistratura competente».

La contesa tra maggioranza e opposizione si inasprisce poi con l’intervento del consigliere della Ginestra Emanuele Ragosta, che si sofferma sulle questioni più delicate e importanti. Inizia col chiedere la riparazione degli impianti semaforici all’incrocio tra viale Elena e via FF.SS., impianti che, come puntualmente ha fatto notare il sindaco, l’avv. Luca Capasso, non funzionano da almeno due anni. Il primo cittadino coglie l’occasione per ricordare al consigliere della minoranza che «non se ne è preoccupato nei sette mesi durante i quali ha fatto parte della precedente amministrazione».

Al centro della discussione, poi, è posto ancora una volta il disastro di via Cesare Augusto. Alle dettagliate notizie fornite da Ragosta, che prende le difese a favore dell’impegno dell’amministrazione precedente per ottenere i fondi, il sindaco sottolinea le responsabilità che gravano sulla vecchia amministrazione per lo scempio di via Augusto.

«Se non ci fosse stata questa amministrazione – risponde l’avv. Capasso – il finanziamento di 2.300.000 € per i lavori della strada non arriverebbe».

Botta e risposta anche sul PUC: Ragosta chiede: «Chi ha interessi sul piano urbanistico?». «Doveva essere approvato già da anni, – gli ricorda Capasso – quando sarà approvato lo trasferiremo insieme e mi accompagnerà in procura per verificare quali sono gli interessi personali».

Il dibattito raggiunge il culmine della tensione quando prende la parola il capo dell’opposizione, il dott. Andrea Nocerino, che ritorna con veemenza sulla questione della presunta cancellazione di venti abbattimenti che ha tenuto banco negli ultimi giorni. Nocerino ribadisce la volontà di prendere visione della documentazione per valutare la discrepanza numerica tra le pratiche di abbattimento che da 130 sarebbero scese a 110.

La posizione del sindaco è trasparente: nessuna pratica è andata smarrita, come ha poi avuto modo di chiarire anche l’arch. Armando Santelia, responsabile dell’ufficio Opere pubbliche e Urbanistica, che ha emanato la determina relativa agli abbattimenti. Il sindaco, inoltre,   chiede che il verbale del consiglio venga inviato alla Procura di Nola, in modo che possa stabilire l’esistenza degli elementi penali ipotizzata dall’opposizione.

Sembra che finalmente i toni si stiano distendendo con l’approvazione all’unanimità a favore dell’adesione al Patto dei Sindaci e a favore del regolamento in materia di rischio sismico, ma, persino dopo lo scioglimento della seduta, pare che continui qualche battibecco tra i rappresentanti delle due coalizioni. Vedremo se la pausa estiva sancirà una tregua rimandando lo scontro politico a settembre.

 

Carmelo Cutolo

Print Friendly, PDF & Email
Carmelo Cutolo

Autore Carmelo Cutolo

Carmelo Cutolo, giornalista pubblicista, dottore di ricerca in Filologia classica, docente di lettere nelle scuole di secondo grado, appassionato di poesia, di ciclismo e di calcio.