Home Territorio OIPA sequestra nel veronese cane legato a catena e senza microchip

OIPA sequestra nel veronese cane legato a catena e senza microchip

323
Cane Simpy


Download PDF

Simpy sarà dato in adozione già sterilizzato e non sarà affidato come cane da guardia ma come cane di casa

Era tenuto a una catena e per questo le guardie zoofile dell’Organizzazione internazionale protezione animali, OIPA, hanno sequestrato nel Veronese un giovane cane molossoide, senza microchip.

Tenere un cane alla catena è vietato in tutto il Veneto e per questo il proprietario è stato sanzionato sia per la mancanza del microchip sia per la detenzione a catena.

A seguito del sequestro amministrativo i proprietari hanno ceduto l’animale, che quindi è adottabile. Il cane, un simil-amstaff di circa un anno molto buono e socievole, ora si trova in un rifugio a Verona e attende di trovare da una famiglia che sappia accudirlo e amarlo come merita.

Chi volesse prenderlo con sé può scrivere un’email all’indirizzo info.guardieverona@oipa.org.

Sarà dato in adozione già sterilizzato e non sarà affidato come cane da guardia ma come cane di casa.

Racconta il coordinatore delle guardie zoofile OIPA di Verona e provincia, Massimiliano D’Errico:

Abbiamo trovato Simpy, così lo abbiamo chiamato, durante i nostri controlli sul territorio.

I proprietari ci hanno detto che non sapevano come gestire l’animale poiché era stato portato in casa dal figlio minore, quindi senza il loro consenso.

Speriamo che presto si possa trovare per lui una buona adozione.

Le guardie zoofile dell’OIPA di Verona si muovono in tutta la provincia controllando situazioni segnalate da cittadini o durante i costanti pattugliamenti.

Spiega D’Errico:

L’attività sanzionatoria ci permette di reprimere illeciti ai danni di un animale posseduto, senza escludere che alcune condotte possono rappresentare fattispecie penalmente rilevanti come per esempio il reato di detenzione incompatibile.

Negli ultimi tempi osserviamo nel territorio una notevole presenza di cani molossoidi che non tutti sono in grado di gestire correttamente, incorrendo in sanzioni.

Print Friendly, PDF & Email

Autore Giorgia Dublino

Giorgia Dublino, esperta in comunicazione e marketing con base accademica in Scienze della Società e della Comunicazione, ha iniziato il suo percorso professionale nell'agenzia di famiglia, sviluppando competenze in gestione delle risorse umane e sociologia dei media. La sua ricerca sull'Advertainment l'ha portata a contribuire attivamente all'evoluzione dell'organizzazione familiare nel Cinema, nell'Entertainment e nella pubblicità.