Home Toscana Regione Toscana Nardini in visita all’IS Morante di Firenze

Nardini in visita all’IS Morante di Firenze

297


Download PDF

‘Senza il coraggio della Toscana oggi non saremmo qui’

Riceviamo e pubblichiamo da Agenzia Toscana Notizie.

La Toscana ha avuto coraggio e oggi sono emozionata di essere qui e di vedere tornare le ragazze e i ragazzi, le bambine e i bambini fra i banchi di scuola.

Lo ha detto l’Assessore all’istruzione Alessandra Nardini intervenendo all’inaugurazione del nuovo plesso scolastico IIS Elsa Morante – Ginori Conti dove erano presenti il Ministro alla pubblica istruzione Patrizio Bianchi, il Sindaco Dario Nardella, il Prefetto Alessandra Guidi, il Direttore dell’Ufficio scolastico regionale Ernesto Pellecchia, il Dirigente di Ambito territoriale Roberto Curtolo.

Ha detto Nardini:

Se la Toscana non avesse avuto coraggio e senza il preziossimo lavoro di squadra svolto da tutti i membri del Cantiere scuola e dai prefetti, oggi non saremmo qui. Per me è un poi una seconda prima volta da Assessore.

Ricordo lo scorso anno scolastico, a gennaio, quando abbiamo messo in campo il massimo impegno per far tornare in presenza, appena è stato possibile, anche le studentesse e gli studenti delle scuole secondarie di secondo grado.

Non è stata una scelta scontata, ma una scelta coraggiosa che rivendichiamo con orgoglio. La DAD era stata necessaria nella fase precedente per evitare i contagi, ma non può sostituire la didattica in presenza che è anche socialità, parte integrante del percorso formativo e di crescita.

Oggi vediamo le nostre ragazze e i nostri ragazzi, seppur ancora dietro le mascherine, sorridere e vediamo i loro occhi brillare; questo è davvero il ringraziamento più bello per il lavoro che abbiamo fatto durante l’estate.

Non ci siamo mai fermati e abbiamo lottato per riportarli in presenza e ovviamente per farlo in sicurezza e anche per garantire loro scuole come questa: belle, sicure, accoglienti, innovative, rispettose dell’ambiente, perché anche questo è un importante messaggio educativo che vogliamo lanciare.

L’Assessore ha poi voluto ringraziare il Ministro Bianchi:

Grazie per essere stato qui oggi insieme a noi.

Voglio ringraziare tutto il mondo della scuola, dirigenti scolastici, docenti, personale scolastico perché sono stati davvero eroici in questi due anni di pandemia, continuando a garantire un diritto che non solo è sancito dalla nostra Costituzione ma che davvero garantisce che fra queste mura si lavori per l’uguaglianza.

La scuola è il nostro grande ascensore sociale che in questo Paese, purtroppo, da troppo tempo si è fermato e che noi abbiamo il dovere di rimettere in moto per garantire a tutte e a tutti pari opportunità.

Noi continueremo a lavorare in questa direzione, tutti insieme nel segno della grande tradizione della Regione Toscana.

Grazie Ministro per aver riportato la scuola al centro della discussione del Governo, perché questo è il posto che la scuola merita.

 

Print Friendly, PDF & Email