Home Campania Comune di Napoli Napoli, storno sanzioni e interessi per cartelle pendenti 2000 – 2015

Napoli, storno sanzioni e interessi per cartelle pendenti 2000 – 2015

652
Pier Paolo Baretta


Download PDF

Il Comune di Napoli aderirà alla norma dell’art. 1 c.227 della legge di bilancio 2023

Riceviamo e pubblichiamo dall’Ufficio Stampa del Comune di Napoli.

Il Comune di Napoli aderirà alla norma dell’art. 1 c.227 della legge di bilancio 2023 relativa alla storno delle sanzioni e degli interessi per le cartelle pendenti 2000-2015 che abbiano, allo 01/01/2023, un debito complessivo residuo inferiore ai 1.000 euro.
Lo ha comunicato l’Assessore al Bilancio Pier Paolo Baretta intervenendo oggi in Consiglio Comunale.

Tra le motivazioni addotte dall’Assessore l’evidente inesigibilità per il Comune di Napoli dovuta anche alle difficoltà di riscossione nonostante l’avvio, dal prossimo 1° maggio, della nuova gara per il recupero crediti affidata alla società Municipia.

La norma rappresenta, inoltre, un’importante opportunità legale per i cittadini che potranno pagare anche a rate l’importo dovuto ed ottenere la cancellazione delle sanzioni e degli interessi, indipendentemente dal tempo e dalla consistenza del debito.

Ha spiegato Baretta:

Rispetto ad analoghe operazioni fatte in passato, questa volta per gli enti locali è prevista la sola cancellazione delle sanzioni e degli interessi, mentre restano dovuti il capitale e le spese esecutive e di notifica.

I debitori che intenderanno beneficiare di questa opportunità dovranno presentare richiesta entro il 30 aprile e provvedere al pagamento delle somme dovute entro il 31 luglio in un unica soluzione, oppure con un massimo di 18 rate maggiorate degli interessi al 2%.

L’importo presente in bilancio per partite inferiori ai 1000 euro è di circa 271 milioni distinti in capitale, 201 milioni, e sanzioni e interessi, 70 milioni.

Print Friendly, PDF & Email