Home Campania Comune di Napoli Napoli, Polizia Municipale: controlli ‘movida’

Napoli, Polizia Municipale: controlli ‘movida’

1211
Polizia Municipale


Download PDF

Ordinato allontanamento per 16 parcheggiatori

Riceviamo e pubblichiamo dall’Ufficio Stampa del Comune di Napoli.

In seguito ai controlli per il fine settimana, disposti dal Comando della Polizia Locale di Napoli, gli agenti dell’Unità Operativa Chiaia hanno effettuato una capillare repressione del fenomeno dei parcheggiatori abusivi su tutta la zona interessata dalla ‘movida’, ed in particolare sono state presidiate viale Dhorn, Mergellina, Riviera di Chiaia, via Chiatamone, Santa Lucia, via Carducci, Cavalli di Bronzo e la zona di Posillipo, nonché via Manzoni.

A seguito di tale attività, compiuta anche in collaborazione agli ausiliari ANM, sono stati elevati 460 verbali per la sosta ed individuati 16 parcheggiatori abusivi, ai quali è stato notificato anche l’ordine di allontanamento e, per diversi di loro, già sorpresi precedentemente, è già in corso il procedimento per l’emissione del DACUR.

Il Lungomare e la zona di piazza Trieste è stata controllata costantemente per contrastare l’ambulantato abusivo con l’esecuzione di 3 sequestri penali di 187 borse contraffatte, 145 cinte e 348 paia di occhiali recanti marchi contraffatti di famose griffes.

Sempre sul Lungomare, un bar è stato sanzionato ai sensi dell’art 68 TULPS, perché svolgeva intrattenimento musicale con strumentazione idonea e complessa in assenza della licenza di esercizio di pubblico spettacolo.

In via Nazario Sauro un bar è stato multato per occupazione abusiva di suolo pubblico in ragione di 31 mq.

I controlli serali e notturni hanno riguardato anche la zona dei Baretti di Chiaia, dove si è provveduto a verificare anche il rispetto dell’ordinanza di chiusura emessa a carico di un locale in Vicoletto Belledonne, per le reiterate sanzioni ricevuto a causa dell’occupazione abusiva di suolo pubblico.

Inoltre, in via Torelli un ristorante è stato multato perché occupava abusivamente suolo pubblico con tavolini e sedie, invadendo anche le strisce a pagamento.

Inoltre, in via Manzoni un bar è stato controllato e, nonostante avesse formalmente rinunciato ad esercitare la somministrazione, continuava a svolgere l’attività.

Pertanto, il titolare è stato verbalizzato ai sensi degli artt. 3 e 10, legge 287/91, mod. art 64 dlgs 59/10, con una sanzione di €5000,00.

I controlli in materia ambientale sono stati intensificati e, in particolare, è stata battuta la zona della Riviera di Chiaia, Largo Torretta e delle strade limitrofe a piazza Municipio interessate dalla presenza di numerosi turisti.

In particolare, un pollivendolo è stato multato perché dei cartoni non riciclabili venivano rinvenuti a terra, vicino ai contenitori dei rifiuti, in orario non consentito e risultavano riferibili alla suddetta attività.

Tre ristoranti, in zona Maschio Angioino, sono stati sanzionati perché, dalle verifiche presso i cassonetti, si accertava che avevano depositato rifiuti a loro riconducibili in modo irregolare e, in un caso, abbandonandoli a terra.

Gli agenti del Nucleo Mobilità Turistica hanno svolto un’intensa attività per l’intero fine settimana nei punti nevralgici della città, quali Piazza Trieste e Trento e strade limitrofe, Stazione Centrale, porto ed aeroporto, pattugliando anche le tratte prioritarie.

A seguito di tale attività sono stati controllati 53 taxi e sanzionati 4 operatori per mancato rilascio della ricevuta su tariffa predeterminata, 3 tassisti per mancata esposizione del tariffario, uno perché lavorava con tassametro spento, uno perché caricava senza rispettare la fila, ed un altro per le condizioni indecorose del veicolo.

Per due tassisti è scattato anche il ritiro della licenza, perché richiedevano un  sovrapprezzo sulla corsa svolta in danno di turisti ed uno è stato sorpreso a lavorare con autorizzazione scaduta, che si è provveduto a ritirare nell’immediatezza.

Sul Lungomare sono stati sottoposti a controllo 12 NCC di cui 2 sono stati multati per irregolarità alla guida.

Particolare attenzione è stata rivolta alla Stazione Marittima ed in Nazario Sauro ai bus adibiti anche al trasporto pubblico di linea.

Un operatore è stato multato perché non aveva a seguito i documenti necessari per lo svolgimento dell’attività ed altri per divieto di sosta.

Alta resta l’attenzione nei confronti dell’abusivismo in ambito trasporto pubblico di persone e, a seguito pedinamenti, sono stati intercettati tre abusivi.

In particolare, in Via Posillipo è stato sorpreso un soggetto che stava effettuando, dietro pagamento di danaro, un tour della città per gli ospiti di un Bed&Breakfast del centro storico, con l’auto immatricolata per uso proprio.

Invece, in Piazza Garibaldi altro titolare di Bed&Breakfast e’ stato sorpreso con clienti a bordo che corrispondevano danaro per l’accompagnamento effettuato con la propria auto non destinata, dalla verifica documentale, al trasporto terzi.

Altro tassista abusivo, sprovvisto anche di assicurazione, è stato sorpreso in Piazza Sannazaro che stava accompagnando, dietro pagamento, persone prelevate al Corso Vittorio Emanuele.

Tutti i veicoli sono stati sottoposti a fermo amministrativo.

Nella zona del centro storico l’U.O. Avvocata, ha disposto controlli in Via Oberdan, Sedile di Porto, Depretis, Piazza Matteotti, Piazza S.Domenico Maggiore, Largo Giusso e via Mezzocannone, sono state verbalizzate 8 attività commerciali per occupazione abusiva di suolo pubblico e per un importo pari ad €35.000,00 circa.

Inoltre, tre attività sono state verbalizzate ai sensi della l. 447/95, in quanto sfornite di autorizzazione alla diffusione di musica, per un importo di €3.000,00.

Altra attività commerciale è stata diffidata per inottemperanza a precedente verbalizzazione, per mancata autorizzazione impatto acustico.

Sono stati elevati, inoltre, 5 verbali ad altrettanti parcheggiatori abusivi.

I controlli sono stati estesi anche ad altri 15 locali esercenti la somministrazione di bevande e cibi cotti, risultati in regola con le dovute autorizzazioni sanitarie, commerciali ed per l’impatto acustico.

In Via Costantinopoli, Piazza Bellini e Via Conte di Ruvo, i controlli dell’U.O. San Lorenzo alle attività commerciali hanno portato all’accertamento di 3 occupazioni di suolo abusive mentre, a contrasto dell’illecita attività di parcheggiatore abusivo, sono stati elevati 2 verbali a soggetti che tentavano di esercitare l’attività abusiva in zona, elevando anche 15 verbali per sosta irregolare; durante i controlli per il rispetto del Codice della Strada, venivano elevati 4 verbali per guida senza il casco protettivo.

In Piazza Vittoria e Piazza Carita il reparto motociclisti ha disposto due postazioni di controllo dei veicoli.

In seguito ai numerosi controlli effettuati, sono stati elevati 24 verbali di contestazione di infrazioni al Codice della Strada, sottoponendo a sequestro 14 veicoli per la mancata copertura assicurativa e la guida senza patente, oltre alla guida senza l’utilizzo del casco, con revisione non eseguita e senza i prescritti documenti di circolazione.

Gli agenti dell’Unità Operativa Vomero durante le ore della ‘movida’, hanno pattugliate via Aniello Falcone, dove sono stati elevati 178 verbali per varie violazioni al Codice della Strada mentre, sull’arteria Via Bernini, Piazza Vanvitelli, Piazza Fanzago, Via Morghen e Via Cimarosa, sono stati elevati 189 verbali.

Numerose le attività commerciali controllate, in Via Ruppolo sono stati sanzionati due pubblici esercizi, perché occupavano abusivamente suolo pubblico attraverso il posizionamento di tavoli e sedie, stessa sorte per due bar in Via Bernini, per complessivi mq 60.

In Via De Ruggiero un pubblico esercizio è stato sanzionato per la mancanza dell’autorizzazione amministrativa e dell’autorizzazione sanitaria.

In Piazza Vanvitelli un bar è stato verbalizzato per 50 mq. di occupazione di suolo abusiva e due locali in via Luca Giordano venivano verbalizzati per un eccedenza di 40 mq: per tutti seguirà la segnalazione agli uffici competenti, per le applicazioni delle sanzioni accessorie ed in più un pagamento alla COSAP di circa €105.000,00.

In Via Pigna scattava la sanzione per il titolare di un’attività di vendita di fiori senza alcuna autorizzazione amministrativa per la vendita mentre, in Via Orsi, un ambulante di fiori veniva verbalizzato poiché non itinerava.

In Via Belvedere, un esercente veniva sanzionato per la violazione della legge sull’inquinamento acustico, in quanto superava i decibel previsti.

Durante i controlli in Via Giotto, per il titolare di una sala scommesse veniva elevata la sanzione per la mancanza di autorizzazione amministrativa comunale prevista, in quanto attività cominciata dopo l’entrata in vigore del regolamento comunale.

In Via Cintia, a seguito di esposto, gli agenti hanno verbalizzato un bar per la mancanza di autorizzazione amministrativa per la somministrazione, per la tabella pubblicitaria senza autorizzazione e per la mancanza di nulla osta impatto acustico per la diffusione di musica.

Inoltre, il titolare veniva sanzionato anche perché occupava suolo pubblico senza alcuna autorizzazione, in ragione di 65 mq, attraverso il posizionamento di tavoli, sedie e panchine.

Sono stati disposti, inoltre, appostamenti in abiti civili, al fine di perseguire i cittadini che gettano i rifiuti fuori orari e per il controllo dei bidoncini della raccolta dei rifiuti sulla sede stradale negli orari e nei giorni non previsti dal regolamento, sanzionando 15 attività
commerciali per i bidoncini esposti in pieno giorno, al di fuori dei locali di esercizio, anche per due condomini scattava la stessa sanzione.

Inoltre, sono iniziati anche i controlli per il rispetto della nuova ordinanza del Sindaco n.662 del 7 settembre 2018, emanata per ridurre le criticità dei rifiuti.

Per tale infrazione è stato sanzionato, in Via Merliani, un fast food di una nota catena americana in quanto, all’interno dell’attività, venivano riscontrato nei bidoni per la raccolta dei rifiuti non differenziati.

Per il gestore scattava la sanzione amministrativa di €500,00 e seguirà la segnalazione alla Direzione Centrale del Comune di Napoli per i successivi adempimenti di competenza.

Alle stesse sanzioni venivano sottoposti, in zona Vasto, un market ed a un negozio di oggettistica in Via Venezia, operando congiuntamente con l’U.O.Tutela Ambientale.

Print Friendly, PDF & Email