Home Campania Comune di Napoli Napoli, inaugurazione Polo attività giovani al Parco Ventaglieri

Napoli, inaugurazione Polo attività giovani al Parco Ventaglieri

871
Parco Ventaglieri Napoli


Download PDF

Il 19 novembre alla presenza del Sindaco e dell’Ass. Clemente

Riceviamo e pubblichiamo dall’Ufficio Stampa del Comune di Napoli.

Lunedì, 19 novembre, alle ore 11:00, in vico Sottomonte ai Ventaglieri angolo Vico Lepre, il Sindaco di Napoli Luigi de Magistris, insieme all’Assessore alle Politiche Giovanili e al Patrimonio Alessandra Clemente e al Presidente della Municipalità 2 Francesco Chirico, inaugurerà un nuovo polo di attività per i giovani nato grazie alle progettualità dell’Assessorato ai Giovani, dell’ATS guidata dall’Associazione “Sagapó”e della sinergia con la comunità locale aggregatasi attorno alla richiesta di recupero di uno spazio “Sgarrupato”.

L’ex Ufficio Informagiovani, struttura di circa 130 mq chiuso dal 2005, è stato ristrutturato, rifunzionalizzato e viene riaperto al territorio grazie al progetto “ForK People to change” finanziato dal Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale, a cura dell’Associazione Sagapò insieme a Project Ahead, l’Associazione Microlab onlus, Meridonare, Informatici senza Frontiere onlus, Impact Hub, Make a Cube, Muni onlus.

Il progetto prevede attività di sostegno all’auto-imprenditorialità e al lavoro autonomo, valorizzando la creatività dei giovani e la collaborazione e condivisione tra professionalità differenti. La realizzazione di iniziative imprenditoriali socialmente innovative sarà il presupposto per l’integrazione e il benessere economico per l’intera comunità territoriale e verrà avviata attraverso laboratori di Upcycling, Digital fabrication, robotica e riciclo creativo.

Il progetto è pensato per promuovere il confronto tra giovani in diverse condizioni sociali attraverso uno scambio multisettoriale guidato da esperti di co-progettazione e co-working.

Le attività di “Fork” saranno in sinergia anche con le attività proposte e realizzate dalla rete territoriale dello “Sgarrupato” che da anni rivendicava la riqualificazione dello spazio “Ex informagiovani” abbandonato e si svolgeranno anche in un altro spazio per i giovani, il centro giovanile Eta Beta.

Una rete nata dal basso che si è strutturata come organizzazione di volontariato e che proporrà una fitta programmazione di iniziative culturali e di sportelli, dall’orientamento al lavoro al diritto all’abitare.

Un fitto lavoro di relazioni e azioni positive portato avanti con il contributo delle Consigliere Municipali Angela Parlato e Bianca Verde che ha permesso di annullare le distanze fra istituzioni, residenti e privato sociale, ha rafforzato il senso di comunità di un’area con grande fermento culturale della nostra area e che necessità di forti e continue iniziative di inclusione sociale e valorizzazione soprattutto delle fasce giovanili.

Print Friendly, PDF & Email