Home Cronaca Napoli Expost, il bando scade il 23 gennaio

Napoli Expost, il bando scade il 23 gennaio

1041


Download PDF

Eventi su cibo e cultura nel 2016

Riceviamo e pubblichiamo dall’Ufficio Stampa del Comune di Napoli.

Con la manifestazione di interesse pubblicata ieri, mercoledì 13 Gennaio, l’Amministrazione Comunale, grazie alle risorse messe a disposizione dalla Regione Campania, offre agli operatori economici, alle associazioni culturali, agli organismi e alle istituzioni l’opportunità di richiedere un sostegno finanziario per l’organizzazione e la realizzazione di progetti, iniziative ed eventi nel territorio del Comune di Napoli nell’ambito dei settori agroalimentare, culturale, sociale e turistico, per tutto il 2016.
Il Comune di Napoli, forte della partecipazione all’Esposizione Universale di Milano 2015, come unico Comune italiano presente a Padiglione Italia e dopo il successo di “NAPOLIperEXPO“, il ricco programma di conferenze, fiere e spettacoli che hanno animato la nostra città in contemporanea all’evento milanese, anche in questa occasione, ha scelto di avviare una consultazione tra le forze produttive, culturali, le associazioni e le istituzioni, per realizzare il nuovo palinsesto di eventi, battezzato “Napoli Expost”, finalizzato a promuovere al meglio le eccellenze agroalimentari e culturali del territorio campano e i temi del cibo e dell’alimentazione, con particolare riferimento alla Dieta Mediterranea.

Entro le ore 12:00 del 23 Gennaio 2016, dunque, i soggetti economici, le associazioni culturali, gli organismi e le istituzioni possono presentare l’istanza di partecipazione all’iniziativa, secondo i termini e le modalità specificate nell’avviso pubblico reso noto sul sito del Comune di Napoli, presentando un progetto che rientra tra queste tipologie di eventi che il Comune propone di finanziare e inserire nel programma “Napoli Expost”:

    • Progetti volti a promuovere le eccellenze e le identità produttive del territorio napoletano nel settore agro‐alimentare: kermesse e itinerari enogastronomici, degustazioni, showcooking, festival, saloni, convegni, seminari, workshop e rassegne (230mila Euro).
    • Iniziative sul tema della Dieta Mediterranea, refezione scolastica e lotta all’obesità infantile (30mila Euro).
    • Progetti in grado di aumentare l’offerta culturale/turistica locale, l’accoglienza e la capacità attrattiva della città: mostre, concerti, spettacoli, convegni, seminari e workshop (420mila Euro), in occasione del Terzo centenario della nascita di Carlo III di Borbone che, per qualche storico è “l’ora più bella della storia di Napoli”, che si dota e viene arricchita di splendidi monumenti ed edifici, di grandi creazioni in ogni campo dell’arte e dell’architettura e del bicentenario della scomparsa di Giovanni Paisiello uno dei protagonisti della musica di ogni tempo. Queste ricorrenze possono ispirare suggestivi ed integrati progetti ed eventi che nei grandi luoghi monumentali e storici attraverso la musica, il teatro,la pittura,la danza possano esaltare il ruolo universale di Napoli e delle sue tradizioni culinarie giunte al vertice della raffinatezza.
    • Progetti finalizzati a promuovere le identità storiche, culturali, artistiche e produttive dei territori degli ex Comuni aggregati al Comune di Napoli: Barra, Chiaiano ed Uniti, Pianura, Ponticelli, San Giovanni a Teduccio, San Pietro a Patierno, Secondigliano e Soccavo (100mila Euro).

Oltre all’accuratezza della progettazione presentata e alla coerenza con i temi di Expo appena elencati, l’Amministrazione, nello stilare la graduatoria di merito dei progetti, riserverà particolare attenzione alla selezione delle proposte più creative, originali e innovative (eventi ex novo/nuove edizioni).
Gli incentivi saranno assegnati sotto forma di contributi erogati a fondo perduto, per un importo massimo di 50 mila Euro per ciascuno progetto.

“Napoli Expost sarà il più grande palinsesto di eventi a tema Expo d’Italia successivo alla chiusura della manifestazione internazionale dell’anno scorso” – afferma l’Assessore al Lavoro e alle Attività Produttive Enrico Panini. “Con esso verrà ripreso e arricchito il format già collaudato NAPOLIperEXPO che ha accolto in città alcuni degli eventi enogastronomici “storici” di Napoli, come Pizza Village e Vitigno Italia, e soprattutto stimolato l’ideazione di nuove iniziative: conferenze, festival in piazza e sul lungomare, itinerari legati al cibo e alle degustazioni. Desideriamo procedere in questa direzione e offrire ai cittadini e ai turisti un nuovo calendario ricco di appuntamenti che possano animare le strade del centro e della periferia di Napoli per tutto l’anno 2016”.

Per informazioni dettagliate sulle modalità di partecipazione e sulla presentazione delle istanze si rimanda all’avviso pubblicato nella sezione “Bandi e Avvisi” del sito internet del Comune di Napoli.

Print Friendly, PDF & Email