Home Campania Comune di Napoli Napoli, de Magistris e Menna su sospensione attività ambulatoriali

Napoli, de Magistris e Menna su sospensione attività ambulatoriali

673
Lucia Francesca Menna e Luigi de Magistris


Download PDF

La dichiarazione del Sindaco e dell’Assessore alla salute

Riceviamo e pubblichiamo dall’Ufficio Stampa del Comune di Napoli.

Con la circolare del 3 marzo sulle misure urgenti in materia di contenimento gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19, vengono sospese le attività ambulatoriali degli ospedali, aziende policlinico, ASL, IRCCS nonché case di cura private accreditate.
Questa decisione non solo colpisce tutte le persone con difficoltà economiche che si trovano in un’ulteriore condizione di fragilità perché ammalate, ma va a creare tutti i presupposti per un ulteriore aggravamento delle condizioni di lavoro dei pronto soccorso che già pagano il sovraccarico di prestazioni che è tra le cause dei numerevoli episodi di violenza.

Rimandare le visite programmate significa prendere sottogamba le altre numerose patologie di cui, purtroppo, continuano ad ammalarsi le persone, posticipandole a data da destinarsi, senza tenere conto che il numero dei medici e delle strutture non aumenteranno nei prossimi mesi.

Sarebbe bastato far scattare misure organizzative efficienti, quali accesso contigentato, programmazione delle visite, rispetto delle distanze fra le persone, prolungamento dell’orario con apertura al pomeriggio ed il sabato, e accelerazione del decreto mille proroghe, l’assunzione di altri medici specialisti già al 3 – 4 – 5 anno per sopperire alla carenza attuale di organico.

Lo affermano il Sindaco di Napoli Luigi de Magistris e l’Assessore alla salute Francesca Menna.

Print Friendly, PDF & Email