Home Lombardia Regione Lombardia Lombardia, seduta di Consiglio regionale 11 gennaio 2022

Lombardia, seduta di Consiglio regionale 11 gennaio 2022

406
Consiglio regionale della Lombardia


Download PDF

Il Parlamento regionale si riunirà per eleggere i tre delegati lombardi che prenderanno parte all’elezione del nuovo Presidente della Repubblica

Riceviamo e pubblichiamo dall’Ufficio Stampa del Consiglio Regionale della Lombardia.

Il Presidente Alessandro Fermi ha convocato il Consiglio regionale per martedì 11 gennaio alle ore 10:00.
Nell’occasione il Parlamento regionale si riunirà per eleggere i tre delegati lombardi che prenderanno parte all’elezione del nuovo Presidente della Repubblica.

Il voto avviene a scrutinio segreto utilizzando un’apposita cabina. Ogni Consigliere regionale può esprimere al massimo due preferenze.

La Costituzione, art.83, prevede che all’elezione del Presidente della Repubblica partecipino anche tre delegati per ogni Regione, eletti dal Consiglio regionale “in modo che sia assicurata la rappresentanza delle minoranze”.

Fa eccezione la Valle d’Aosta, che ha un solo delegato. Si tratta complessivamente di 58 “grandi elettori” che si aggiungono ai 630 Deputati, ai 315 Senatori e ai 6 Senatori a vita.

In genere per la maggioranza vengono scelti di prassi il Governatore e il Presidente del Consiglio regionale, ma non è obbligatorio che i delegati debbano essere espressione degli stessi Consigli regionali: l’Assemblea regionale può infatti scegliere e votare anche figure esterne.

Complessivamente gli aventi diritto al voto sono 1009. Si procede con scrutinio segreto e chiamata nominale. Nei primi tre scrutini è richiesta la maggioranza di due terzi, in questo caso 672 membri, mentre dalla quarta votazione in poi sarà sufficiente la maggioranza assoluta, il 50 per cento più uno.

Nel 2015 furono il Presidente della Regione Roberto Maroni, il Presidente del Consiglio regionale Raffaele Cattaneo e il Consigliere regionale Alessandro Alfieri i delegati della Regione Lombardia per l’elezione del Presidente della Repubblica.

Maroni aveva ottenuto 40 voti, Cattaneo 32 voti e Alfieri 21 voti.

Nell’urna anche 15 voti per Andrea Fiasconaro, M5Stelle, e 5 voti per Paolo Micheli, Patto Civico.

Print Friendly, PDF & Email